A quanto pare, l’universo di Breaking Bad è destinato ad ampliarsi. Sembra che le cinque stagioni sull’ascesa/caduta del professore di chimica Walter White, divenuto un potente narcotrafficante per salvare se stesso dal cancro e garantire un futuro sulla sua famiglia, non siano stati sufficienti. Così come non sono bastati i numerosi riconoscimenti, recensioni positive, Emmy vinti, nonché lo spin-off Better Call Saul, dedicato alle vicende dell’avvocato azzeccagarbugli di White Saul Goodman, quando ancora era l’onesto Jimmy McGill. Breaking Bad è un universo mediale, dato la sua diffusione sui diversi media: dalla televisione tradizionale, ad Internet con Netflix che in Italia ha trasmesso le stagioni di Better Call Saul. Ora l’ultima frontiera da varcare è il grande schermo. L’annuncio della lavorazione di un film fa quindi supporre che la serie non ha messo la parola fine con la quinta stagione andata in onda nel 2013. Vince Gilligan, il creatore, la mente dietro a tutto, che nel corso delle cinque stagioni ha conquistato sette Emmy Awards, ex-screen witer di X-Files, avrebbe in cantiere un film dalla durata di 120 minuti, centrato sugli stessi eventi raccontati fino adesso. Fino adesso si è parlato di un progetto preliminare. Qualsiasi altra notizia fatta trapelare non ha trovato conferme. Infatti ancora non è chiaro dove si potrà usufruire del il film, se sul grande o sul piccolo schermo della tv. Il film, con il titolo provvisorio di Greenbrier, sarà scritto, prodotto e forse si avvarrà della regia dello stesso Gilligan, ma non ancora c’è da fare chiarezza sul fatto che il nuovo lavoro sarà un prequel (seguendo le orme di Better Call Saul, la serie con protagonista l’avvocato Saul Goodman interpretato da Bob Odenkirk, di cui ci sarà una quinta stagione che inizierà nel 2019), la storia cioè di ciò che è successo prima che il professor Walter White facesse scoperta di avere un cancro in fase terminale e diventasse quindi in uno spacciatore che ’cucina’ da solo le anfetamine, e in un assassino, o di un sequel. Incertezza vige anche sulla scelta del cast. Non si sa se saranno nuovamente riarruolabili il duo Walter White/Jesse Pickman, interpretati rispettivamente dagli attori Bryan Cranston e Aaron Paul, parteciperanno al film. Questi due attori hanno raggiunto una fama internazionale grazie alla serie di Gilliam, tanto che Cranston fu candidato all’Oscar (non vinto) nel 2016 per il film ‘L’ultima parola - La vera storia di Dalton Trumbo’. ‘The Albuquerque Journal’, quotidiano del New Mexico, set principale di Breaking Bad, fa accenno ad una trama ancora tutta da scrivere: “Il film seguirà la fuga di un uomo che è stato rapito e la sua ricerca di libertà”. Sempre secondo la stampa locale, la produzione dovrebbe iniziare a metà novembre per concludersi a febbraio. Il New Mexico Film Office ha confermato l’inizio delle riprese, nella regione, di un film con il titolo di lavoro Greenbrier. Una grande notizia per tutti i fan della serie, che vedranno la prosecuzione di quello che è a tutti gli effetti un mito.

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*