Requiem per lo scrittore Amos Oz, uno degli intellettuali più acclamati e stimati di Israele, autore di celebrati e pluripremiati romanzi, saggi e libri per bambini. Dunque si è spento il celebre autore Amos Oz.
Amos Oz è deceduto a 79 anni per via di un cancro. In una breve lettera, la figlia di Amos Oz, Fania, ha detto: "Il mio amato padre è morto a causa di un cancro dopo un rapido peggioramento, serenamente nel sonno, circondato dai suoi cari". Importante fautore della "soluzione dei due Stati" per porre fine alla guerra israelo-palestinese, Oz, con i suoi colleghi David Grossman e Abraham Yehoshua, ha rappresentato la testimonianza scettica dello Stato d’Israele negli ultimi anni.Nato a Gerusalemme il 4 maggio 1939, risedeva nel piccolo centro di Arad ed era docente di letteratura all’Università Ben Gurion. Nella sua autobiografia "Una storia di amore e di tenebra" (Feltrinelli, 2003), Oz ha narrato, per voce della storia della sua famiglia, i fatti del nascente Stato di Israele dal termine del protettorato britannico: la guerra di indipendenza, gli attentati terroristici dei Fedayyin, la quotidianità nei kibbutz. Le sue opere sono tradotte in oltre quaranta lingue. Con Feltrinelli Oz ha scritto: Conoscere una donna (2000), Lo stesso mare (2000), Michael mio (2001), La scatola nera (2002), Fima (2004), Contro il fanatismo (2004), D’un tratto nel folto del bosco (2005), Non dire notte (2007), La vita fa rima con la morte (2008), Una pace perfetta (2009), Scene dalla vita di un villaggio (2010, Premio Napoli), Una pantera in cantina (2010), Il monte del Cattivo Consiglio (2011, Premio Tomasi di Lampedusa 2012), Tra amici (2012; "Audiolibri Emons-Feltrinelli", 2013), Soumchi (2013), Giuda (2014), Gli ebrei e le parole. Alle radici dell’identità ebraica (2013; con Fania Oz-Salzberger) Altrove, forse (2015), Tocca l’acqua, tocca il vento (2017) e Cari fanatici (2017), Finché morte non sopraggiunga (2018). 

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*