Non è poi così duro e cinico Donald Trump, come vogliono invece far credere i suoi numerosi detrattori. Domani infatti negli Stati Uniti si festyeggia il ’Thanksgiving Day’, una tra le ricorrenze maggiormente più sentite dagli americani. Per l’occasione è usanza che le famiglie si riuniscano a tavola per "rendere grazie a Dio per quanto ricevuto durante l’anno", consumando lo storico tacchino arrosto. Ma il presidente Usa ha invece tenuto a dare proseguo a quanto fatto da George H.W. il quale, nel 1989, graziò i giganteschi pennuti del Minnesota, salvandoli dal forno della casa Bianca. Così Trump ha deciso a sua volta di ’salvare’ i suoi primi due tacchini, donandoli alla stessa fattoria scelta da Bush, dove ancora oggi - seppure ’anzianotti’, Tater e Tot vivono in serena libertà. Ma non solo, il presidente Trump ha voluto ’eccedere’ in generosità, regalando ai due pennuti ’una notte da songo’ in un elegante hotel di Washington. Come ha riferito il personale del ’Willard Intercontinental’, i due tacchini - ricevuti con gli onori del caso - hanno molto gradito i lussuosi letti offerti loro dalla casa Bianca!
M.

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*