Cambio di rotta nel Milan sul fronte attacco: Piatek ora è ufficiale. Così come il passaggio di Gonzalo Higuain al Chelsea. L’attaccante polacco ormai ex Genoa, protagonista di un girone di andata con i rossoblu del Grifone semplicemente straordinario, ha firmato fino al giugno 2023 e dovrebbe indossare la maglia numero 19. È dunque ufficiale il passaggio al Milan di Krzysztof Piatek, che in serata ha messo nero su bianco il contratto con i rossoneri fino al 30 giugno 2023. L’ufficialità è arrivata facendo la spola con quella di Gonzalo Higuain in prestito al Chelsea. La dirigenza del Milan sul web ha comunicato che la conferenza stampa di presentazione si terrà oggi, giovedì 24 gennaio, a Milanello: dopodiché Piatek prenderà parte al primo allenamento in rossonero.
Piatek saluta il Genoa con il bottino di 19 gol in 21 partite: a Preziosi vanno di 35 milioni di euro in un’unica soluzione e nessuna contropartita. Il cannoniere polacco guadagnerà un milione e ottocento euro a salire, sfiorando di poco i due. Piatek potrebbe debuttare sabato alle 20.30 contro il Napoli. E proprio l’ex Napoli Gonzalo Higuain è l’altra faccia della medaglia di quella che è nei fatti la storia di mercato più pirotecnica e interessante di questa sessione invernale. Higuain infatti lascia il Milan ed è un nuovo giocatore del Chelsea. E’ il club inglese su Twitter e su Instagram a ufficializzarlo con tando di prime foto del Pipita in maglia blues. Anche la Juventus, proprietaria del cartellino, ha confermata: il centravanti argentino ritrova Sarri e lascia il Milan con 8 gol in 22 presenze. “E’ un club che ho sempre ammirato per la sua storia e il suo splendido stadio. E poi la Premier... ho sempre sognato di giocare qui. Spero di ricambiare la scommessa che il Chelsea ha fatto per prendermi. Non vedo l’ora di giocare e farò di tutto per adattarmi il prima possibile al nuovo sistema di gioco, ai compagni e al nuovo campionato" ha detto Higuain.

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*