Emiliano Sala la polizia sospende le ricerche

In seguito all’incidente aereo di cui è stato vittima Emiliano Sala sono sospese le ricerche: “Speranze remote di trovare sopravvissuti” comunicano gli investigatori.
La polizia di Guernsey ha dichiarato di aver ormai sospeso le ricerche per trovare il calciatore Emiliano Sala e il pilota Dave Ibbotson dopo la scomparsa del velivolo dai radar almeno da tre giorni. “Nonostante gli sforzi non abbiamo trovato nessuna traccia del velivolo, del pilota e dei passeggeri – si apprende dalla nota ufficiale – Abbiamo riesaminato le informazioni in nostro possesso e onsiderato il tipo di equipaggiamento di salvataggio presente a bordo, abbiamo preso la difficile decisione di interrompere le ricerche. Le probabilità di trovare sopravvissuti, allo stato attuale, sono estremamente remote”.
Sempre più mesta la vicenda tremenda che ha dunque coinvolto Emiliano Sala che era ad un passo da una grande avventura calcistica e ora, invece, è scomparso nel nulla.
Non se ne fa una ragione la sorella del calciatore che prega agli investigatori: “Cercate ancora”. E infanto spunta il "caso" del 2° pilota. La polizia era stata perentoria nelle scorse ore: “Abbiamo fatto il massimo ma non siamo riusciti a trovare nulla”. Romina, la sorella di Emiliano Sala non si arrende: “Sento che sono ancora vivi, per favore continuate a cercarli”.
E spunta il mistero di un secondo pilota, che sarebbe dovuto essere a bordo de velivolo, non è mai partito nonostante avesse passato i controlli.
La sorella di Emiliano Sala Romina non perde le speranze. E lancia un appello ai microfoni di Espn: “Sono momenti di grande confusione, l’unica cosa che chiedo è che trovino mio fratello e il pilota. Sento che sono ancora vivi, per favore continuate a cercarli, mettetevi al nostro posto. Chiedo loro di immedesimarsi nel dolore e nei pensieri dei familiari, per noi è terribile, siamo disperati, non sappiamo nulla, ma continuiamo a sperare e a credere che mio fratello e il pilota siano vivi. Ringrazio tutti, i club, i tifosi, l’intera Argentina, tutti ci hanno mostrato grande sostegno e ci danno tanta forza per andare avanti e per chiedere di continuare le ricerche”.
Il motivo per cui la polizia dell’isola di Guernsey ormai non crede più alle possibilità di ritrovare vivo Sala e il pilota dell’aereo scomparso, è da far ricadere nelle basse temperature dell’acqua: “Le possibilità di un recupero, a questo punto, sono estremamente remote. Nonostante i nostri massimi sforzi e una ricerca su un’area di 1700 miglia quadrate (4400 chilometri quadrati), non siamo riusciti a trovare nessuna traccia dell’aereo, del pilota e del passeggero”.

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*