Successo stratosferico per la Apple Music che taglia il traguardo dei 50 milioni di abbonati. E il numero uno della Apple Music Tim Cook subito si esprime, ovviamente con toni entusiastici, sul merito: “sono molto orgoglioso” afferma in estrema sintesi.
Dunque per la Apple Music arriva il formidabile traguardo dei 50 milioni di abbonati. Ma nel momento della felicità c’è anche chi con un neanche troppo velato tono di polemica tende a sottolineare come si fosse diffuso in precedenza il dato per il quale la Apple Music in effetti ne avesse già 56 nel novembre 2018. Certo, tutto vero: ma quella cifra conteggiava anche i trials, mentre adesso il servizio di streaming musicale di Apple Music ha 50 milioni di persone che pagano concretamente un abbonamento. E di questi tempi è decisamente un traguardo da festeggiare.
Ne è certo convinto il CEO di Apple Music Tim Cook "Sono molto orgoglioso di affermare che quasi 16 anni dopo il lancio di iTunes Store, abbiamo avuto il trimestre con i nostri più alti ricavi musicali grazie alla grande popolarità di Apple Music che ora ha oltre 50 milioni di abbonati a pagamento. I ricavi dai servizi hanno stabilito lo storico record di 10,9 miliardi di dollari nel trimestre di dicembre crescendo del 19%".

Come riportano i dati di MusicAlly, l’obiettivo raggiunto è di gran lunga significativo tre anni e mezzo dopo il lancio di questo servizio nel giugno 2015. Alcuni dati paiono oltremodo interessanti nel settore dell’hardware che supportano questa crescita. Afferma infatti Cook: "La base continua a crescere molto bene, ha raggiunto 1,4 miliardi di dispositivi attivi alla fine di dicembre. All’interno di questa base la percentuale di utenti che stanno pagando per almeno un servizio sta crescendo molto ... gli abbonamenti stanno diventando una porzione molto grande della nostra attività e stanno crescendo molto al di sopra della media dei servizi".

Il direttore finanziario di Apple, Luca Maestri, ha chiarito poi che la base attiva globale di iPhone di Apple è ora di 900 milioni, con in più quasi 75 milioni nell’ultimo anno. E questo implica che solo il 5,6% dei possessori di iPhone paga per Apple Music. Quindi ci si chiede: quanti del 94,4% che resta scelgono Apple Music come primo servizio di streaming musicale o a lasciare un rivale?

Nel frattempo, facendo una sintesi de i ricavi trimestrali di Apple Music si stabilisce che siano diminuiti del 5% su base annua a 84,3 miliardi di dollari, con un calo del 15% delle entrate derivanti dalle vendite di iPhone (come da recenti previsioni di Apple). Sul tema si è espresso Cook:"Anche se è stato deludente perdere la nostra principale fonte di entrate, gestiamo Apple a lungo termine, e i risultati di questo trimestre dimostrano che la forza della nostra attività è ampia e profonda".

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*