Una operazione della polizia locale a Roma ha permesso di smantellare una tendopoli con all’interno 10 abusivi: e che, di fatto, impediva il proseguimento di lavori di costruzione stradale.
Dunque a Roma attraverso una operazione minuziosa e concertata la polizia ha potuto smantellare una particolare tendopoli che nei fatti andava ad impedire la costruzione di una strada: al suo interno sono stati trovati 10 abusivi.
Nel particolare della vicenda, si evidenzia come il Gruppo Tiburtino della Polizia Locale abbia in buona sostanza potuto liberare un’area occupata ormai da tempo da baracche e nel particolare da una vera e propria tendopoli che, a conti fatti, impediva la prosecuzione dei lavori per la costruzione di una strada. Entrando nel dettaglio, i lavori stradali rientrano nell’ambito del progetto infrastrutturale SDO (ovvero Sistema Direzionale Orientale), presso l’area della stazione metro Quintiliani: lavori che erano di fatto impediti dalla presenza della tendopoli per appunto.

Nel corso delle corpose e operazioni, che sono state nel merito guidate dal Dirigente Lorenzo Botta, sono stati inoltre poi, come annunciato, identificati circa 10 occupanti abusivi: a quanto risulta dalle prime ricostruzioni, i dieci occupanti della tendopoli in questione sarebbero risultati essere tutti di nazionalità romena. E questi ultimi, a quanto risulta, avrebbero anche rifiutato l’assistenza alloggiativa che in alternativa allo stato attuale delle cose, è stata offerta loro dalla Sala Operativa Sociale di Roma Capitale. Al momento dell’intervento degli uomini della polizia locale, in ogni caso, non è stata riscontrata la presenza di minori.
Quest’azione guidata dal Gruppo Tiburtino della Polizia Locale ha potuto dunque finalmente concedere la disponibilità dell’area alla società che ha in appalto i lavori pubblici e che, nel vedersela riconsegnare, pèuò dunque andare avanti nella ordinaria prosecuzione dei lavori.
Non è la prima difficoltà che, peraltro, diverse aziende del territorio romano si trovano a dover nei fatti affrontare nell’ambito della prosecuzione di lavori cittadini allorchè ci si imbatte in situazioni di enorme degrado misto ad illegalità evidenti con la presenza delle diverse tendopoli o dei complessi e controversi accampamenti che, in più parti nei quadranti cittadini della Capitale.



0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*