Pittura, video e mostre: Eventi a Roma Capitale

Pittura, video e mostre: Eventi a Roma Capitale in sequenza da un weekend all’altro all’insegna della interdisciplinarità Al Macro Asilo Roma Capitale ha promosso l’incontro La pittura, il video: dall’analogico al digitale. Quattro cataloghi per un libro. Intervengono Dario Evola, Marco Maria Gazzano, Silvia Bordini, Annalisa Filonzi. Modera Maria Grazia Pontorno. Musiche di Nicola Sani.
Negli scorsi giorni sempre Roma Capitale ha incoraggiato Nina Dotti con la performance Miss Wynwood. Con il personaggio di Miss Wynwood l’artista propone, attraverso la sua partecipazione simbolica alla corsa elettorale per la presidenza degli Stati Uniti, una serie di azioni performative per mettere il focus su problemi di interesse collettivo. Alle 18 Da non aprire performance di Valerio D’Angelo con Sarah Panatta. Due quadri, due suoni in cuffia, un cronometro, un ambiente dalle molte dimensioni. Il dialogo tra "artista" e "spettatore" diventa una lotta/scommessa/gioco sul tempo, sui modi di fruire l’arte.

Nel salone dei forum prenderà vita l’opera live Il cuore del Burkina. Quando l’esuberanza non si arrende alla povertà, un racconto in immagini nell’esperienza di Fitil Onlus. Eleonora Gugliotta ha presentato poi la performance dal titolo Non si accettano caramelle dagli sconosciuti. Alle 16 Hannà Nassisi terrà la lectio magistralis Le trame del Bauhaus. A cento anni dalla fondazione.
Al Mattatoio sono in corso le mostre < Vertigo < Un progetto di Sylvio Giardina. Presentata presso il Padiglione 9B del Mattatoio l’installazione costituisce un’occasione inedita per esplorare la sensibilità artistica dello stilista italiano attivo da oltre quindici anni nell’ambito dell’Alta Moda.

In mostra nel Padiglione 9A l’esposizione Fosco Valentini. Visionaria. 1986-2018 a cura di Giovanna dalla Chiesa. La prima vera antologica di Fosco Valentini, romano, trapiantato in Svizzera già dal 1989, formatosi nelle cerchie elitarie di personalità opposte - e forse, tuttavia, complementari - quanto quelle di Aldo Braibanti (filosofia, teatro, cinema, poesia, ecologia) e di Alighiero Boetti (culture extraeuropee, religioni orientali, tassonomia, ars combinatoria, mnemotecnica, magia).

Lo spazio Pelanda presenta Belle Speranze: il cinema italiano e i giovani (1948 – 2018). Realizzata dalla Fondazione Ente dello Spettacolo con l’Università Cattolica del Sacro Cuore, la mostra restituisce, attraverso l’immaginario cinematografico, l’esperienza dei ragazzi italiani lungo 70 anni di storia.

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*