Tra i Gilet gialli e il Movimento 5 Stelle le prove di un possibile matrimonio elettorale non sono andate ancora a buon fine. Si glissa e si temporeggia, da una parte e dall’altra. Ad esempio il leader dei gilet gialli gela l’M5S: "Chalencon non è nostro portavoce", dice, in merito alle polemiche e alle dichiarazioni delle ultime ore. Ingrid Levavasseur, capolista della lista Ric dei gilet gialli alle europee, ha sottolineato che l’uomo incontrato da Di Maio e Di Battista non rappresenta il movimento.
L’incontro in Francia fra il vice primo ministro Luigi Di Maio e alcuni membri dei gilet gialli è "una nuova provocazione inaccettabile fra paesi vicini e partner in seno all’Unione europea" ha detto intanto un portavoce del Quai d’Orsay. "Di Maio, che ha responsabilità di governo deve fare attenzione a non nuocere alle nostre relazioni bilaterali con le sue ripetute ingerenze, nell’interesse della Francia e dell’Italia", ha aggiunto un portavoce del ministero degli Esteri francese.
Da Levavasseur poi, arrivano dichiarazioni temporeggianti su Di Maio. “E’ presto per incontrarlo. Non dico che non dobbiamo incontrare Di Maio. Anzi, sarei onorata di poterlo incontrare, ma non ora, è troppo presto": lo ha detto all’ANSA la capolista della lista Ric dei gilet gialli, Ingrid Levavasseur.
E in quanto alle voci di un meetin la prossima settimana, come detto da Chalencon? "Ho sempre detto che avrei voluto farlo a fine febbraio, quando ci saremo strutturati meglio. E invece ieri è stato organizzato un incontro alle mie spalle. Quello che ha fatto Chalencon è disonorevole. Mi dispiace solo che Di Maio sia rimasto spiazzato da tutta questa situazione e non è certo colpa sua".
E intanto dal M5S chiariscono: abbiamo cercato dialogo, non alleanze. "Non è nostro interesse entrare nelle dinamiche interne ad altri gruppi. Dopo un primo contatto telefonico, abbiamo accettato l’invito a incontrare alcuni candidati della lista Ric e l’esponente Chalençon. All’incontro erano presenti alcuni candidati della lista di cui Ingrid Levavasseur è capolista, come dimostrato dalla foto pubblicata. Il tema dell’incontro non erano le europee né tantomeno la negoziazione di eventuali alleanze, ma creare e mantenere un dialogo continuo": a dirlo sono gli eurodeputati M5S Corrao, Castaldo e Beghin. "Li abbiamo incontrati esattamente come stiamo facendo con tutti i movimenti europei che ci stanno contattando", dicono il vicepresidente del Parlamento Ue Fabio Massimo Castaldo e i gli eurodeputati Tiziana Beghin e Ignazio Corrao affermando anche ci fosse tra l’altro la "condivisione dell’esperienza del nostro percorso politico come Movimento 5 Stelle"

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*