Basta un rigore di Caicedo: e i biancocelesti balzano al 4° posto. L’anticipo di A Lazio-Empoli termina 1-0.. E’ la prima partita della 23ª giornata, l’anticipo dell’anticipo con i bianco celesti di Inzaghi che superano i toscani con a un rigore al 42’. Secondo gol consecutivo per l’attaccante dell’Ecuador: Lazio-Empoli finisce dunque 1-0 e Inzaghi è momentaneamente 4° in classifica.
In attesa di Chievo-Roma di questa sera e, ovviamente, anche degli impegni di Milan, Inter e della stessa Atalanta in piena lotta per il piazzamento champions, la partita Lazio-Empoli dunque termina con la vittoria dei laziali con il secondo 1-0 di fila. E per la Lazio che risale al quarto posto, è anche il momento di godersi del buon ’momento’ di Caicedo.
Come a Frosinone, decide infatti Caicedo nel primo tempo, su rigore. Un po’ di fatica per i biancocelesti nel venire a capo di una sfida, quella con l’Empoli che ha nascosto più insidie di quelle che probabilmente i biancocelesti si aspettavano. Ma Lazio-Empoli gara anticipata al giovedì causa il Sei Nazioni di rugby vede i toscani uscire sconfitti: e ora sono solo due punti nelle ultime otto giornate. Ed è record negativo in difesa: con 45 gol peggior passivo della A, porta violata per 20 gare di fila.
Inzaghi rispolvere Milinkovic ma non ha a disposizione Parolo (squalifica), Luis Alberto e Immobile, per noie muscolari post gara di Frosinone: in panca Luiz Felipe, recuperato dopo Napoli. Al debutto Romulo, Iachini prova l’innesto in difesa di Dell’Orco, arrivato a gennaio dal Sassuolo e i toscani hanno un approccio offensivo nella gara. La Lazio controlla però senza soffrire granché e al 21’ Caicedo fa le prove generali ma perde l’attimo in area. Al 29’ è la volta di Correa: Provedel non è disattento. Al 33’ è Milinkovic a provarci; ma è fuori. Quattro minuti dopo Correa non è lesto, ma al 42’ la Lazio la sblocca con Caicedo che si procura un rigore su ingenuo intervento di Provedel, e realizza dal dischetto il suo terzo gol in campionato, il secondo di fila dopo quello di Frosinone.

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*