Roma, al via la rivoluzione dei parcheggi. Solo strisce blu in città: l’ira dei residenti dopo l’annuncio della delibera che arriverà in Giunta entro due settimane.
Le strisce blu promettono di minacciare la pazienza dei cittadini romani. Una vera rivoluzione quella di Roma nell’ambito dei parcheggi con la nuova linea operativa che prevede la presenza delle strisce blu in modo esclusivo. Pagheranno tutti, anche coloro che dimorano nelle 16 strade commerciali individuate dal Comune: addio ai 70 euro mensili dell’abbonamento per parcheggiare sulle strisce blu mensile e alla tariffa quotidiana da quattro euro al giorno, mentre solo per parcheggiare un’ora nel centro storico si pagheranno tre euro. Una rivoluzione, quella delle strisce blu che rischia di mandare in tilt il movimento cittadino dei parcheggi e la pazienza di residenti, pendolari, lavoratori e turisti.
La delibera vuole rivoluzionare la sosta a pagamento ed è già pronta: andrà in giunta entro due settimane. “È una delibera importante perché tende a disincentivare l’uso dell’auto privata”, dichiara il presidente della commissione Mobilità Enrico Stefàno. Che chiarisce: «Per quest’anno sono previsti molti investimenti sul trasporto pubblico, da aprile ritorneranno in circolazione i minibus elettrici e vi saranno anche nuovi autobus. Dovrebbero quindi costituire un mezzo efficiente per decongestionare il traffico».
Ma intanto per la rivoluzione della sosta ci vorrà ancora del tempo: dopo il passaggio in giunta la delibera dovrà essere analizzata in commissione e solo poi approvata dall’assemblea capitolina. E, poi, l’Atac dovrà beneficiare di un notevole periodo di tempo per cambiare la segnaletica, comprese le strisce a terra, per adeguare i parcometri alle nuove tariffe e per comunicare in modo adeguato le novità ai romani.
E intanto i residenti che abitano lungo 16 strade commerciali e che dovranno pagare la sosta nelle strisce blu come tutti gli altri, sono sul piede di guerra.
Ma le novità non sono finite. La sosta da tre euro del centro storico (oggi è a 1,20 euro), e, nelle restanti aree della zona 1 (entro le Mura Aureliane) da uno a due euro. Nella zona 2, all’interno dell’anello ferroviario, passerà a 1,50 l’ora mentre nella zona 3. L’altro grande cambiamento è l’eliminazione delle strisce bianche, introdotte dopo che il Tar, nel 2014, aveva disposto che ci dovessero essere anche parcheggi gratuiti su strada

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*