Emozioni pronte ad elettrizzare i tifosi: ecco una nuova giornata di Serie A imperdibile. Occhio al super derby di Roma che è senza alcun dubbio la gara più attesa e, di fatto, più importante di questo turno.
Una giornata di Serie A che tuttavia a parte il derby regala grandi incroci e sfide tutt’altro che scontate. A partire da questa sera. Con la sfida in terra sarda tra Cagliari e Inter, la giornata di Serie A inizia subito col botto: l’Inter ha bisogno assolutamente di punti e di continuità, per quanto la scia sia dal punto di vista dei nerazzurri piuttosto coerente in queste settimane. In casa Inter però si respira una certa aria di tensione: e non è certo per via delle ormai note polemiche relative al controverso episiodio da Var che nel turno precedente contro la Fiorentina ha visto i nerazzurri subire un rigore al minuto 101’, proprio così, in uno dei ’recuperi’ più lunghi che si ricordi, e per un fallo di mano da parte di D’Ambrosio che diversi analisti da moviola hanno poi considerato non da penalty. Non l’ha pensata così il direttore di gara e il gol dal dischetto è valso il 3-3 per i viola, che poi si sono ripetuti con lo stesso identico risultato pochi giorni dopo nel turno di andata della semifinale di coppa Italia contro la sorprendente Atalanta. Ma in casa Inter la spina più grossa, per appunto, è quella di Icardi, sostanzialmente messo fuori squadra col tecnico Spalletti che ha dichiarato di non voler parlare più di lui e di chi, in sintesi, non sia legato al progetto Inter. Una stoccata pesantissima a cui è seguito il post internet dell’ormai ex capitano Icardi, che ha parlato di sè come un leader innamorato della sua Inter ma ha criticato dirigenza e staff per mancanza di rispetto. Come si evolverà la vicenda?
Intanto, quelle di Spalletti contro Icardi hanno richiamato l’eco di frasi simili che il tecnico di Certaldo aveva usato tempo addietro per Totti, ormai ex capitano della Roma che, intanto, è chiamata alla super sfida da tripla contro la Lazio.
Lazio Roma delle 20,30 di sabato è la partitissima, non soltanto per via della ovvia rivalità cittadina tra biancocelesti e giallorossi, ma perchè ambedue le compagini sono fortemente in lotta per il piazzamento champions. Simone Inzaghi e i suoi vorranno sfruttare il match tecnicamente casalingo, la Roma di Di Francesco proverà a cercare l’equilibrio che le manca proprio nella gara emotivamente più squilibrata che si conosca nella capitale. Con uno sguardo, poi, alla Champions. Mentre la Lazio ha da leccarsi le ferite per la prematura uscita dalla Europa League (ma le resta la coppa Italia: dopo lo 0-0 dell’andata contro il Milan l’approdo alla finale è ancora tutto da disputare), la Roma ha maturato un 2-1 interno contro il Porto nella sfida di andata degli ottavi di Champions League che, proprio dopo il derby, dovrà far fruttare al ’Dragao’ di Oporto.
Intanto, la serie A regala una chance tecnicamente positiva per il Milan che approfittando del derby di Roma potrebbe allungare su entrambe, giocando in casa sempre domani contro il Sassuolo.
Il cartello gare saà chiuso domenica sera da Napoli -Juventus. Non ci fosse un divario di punti così netto, sarebbe la sfida clou di Serie A ma, invece, non è così.

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*