Champions Ayax asfalta il Real Madrid 1-4. Nel ritorno degli ottavi di champions è vera debacle per i blancos che cadono coi lancieri. Champions pazzesca e risultato roboante e storico nel turno di ritorno del dentro-fuori degli ottavi: Real Madrid - Ajax 1-4: crollo storico dei Blancos, olandesi ai quarti. Le stelle dei lancieri brillano in un Real Madrid - Ajax destinato a restare nella storia: tra le tante, soprattutto Ziyech, Neres, Tadic e Schone che strappano applausi al Santiago Bernabeu. Inutile la rete di Asensio. Escono in modo inverecondo e inatteso i vincitori delle ultime tre Champions. Pagato l’effetto ‘out’ di Ronaldo e Zidane? Sembrerebbe di sì. Nell’altra sfida, quella tra Dortmund-Tottenham finita per 0-1 non arriva l’impresa tedesca: Kane porta gli Spurs ai quarti. Ma quella di Real Madrid - Ajax è e resterà una delle serata più epocali che si siano mai vista nell’intera storia calcistica. Dunque Ajax che giunge ai quarti di finale di Champions League dopo sedici anni. E lo fa forse nel modo più suggestivo, vale a dire eliminando la top dei top, la squadre vincitrice delle ultime tre Champions di fila: il Real Madrid mette il sigillo alla sua stagione completamente da film horror, esce in anticipo dalla Champions subendo uno scotto pesantissimo ritrovandosi al contempo a 12 punti di ritardo sul capolista Barcellona in Liga mentre in Coppa del Re, reduce dal clamooso Clasico solo una settimana fa.

Apre le danze Ziyech: diagonale da urlo dopo il primo assist di Tadic: 1 a 0. Ancora Dusan Tadic al 18’: ruleta a saltare Casemiro e assist a Neres che beffa l’uscita di Courtois. Due a zero. Il Bernabeu è annichilito: palla all’incrocio dei pali per il tre a zero. Prova a riaprirla Asensio che si sistema il pallone sul piede e batte supera Onana con un diagonale chirurgico. Uno a tre, ma la speranza dura solo 120 secondi. Schoene disegna una punizione incredibile che supera Courtois sotto l’incrocio opposto. Partita, gioco, incontro. Quattro a uno, e neanche il flop incredibile di De Jong che scivola al limite dell’area, cambia il match. Benzema scivola a porta vuota, Bale ci prova ma Onana ribatte il tiro del gallese.

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*