Nel turno degli ottavi di finale di Europa League l’Inter fa fatica: è 0-0. Bene il Napoli con un tris d’assi. Eintracht-Inter finisce 0-0 ed è un pareggio agrodolce per i nerazzurri nel turno dell’andata degli Ottavi di finale di Europa League mentre nel frattempo in totale scioltezza, tre le mura amiche, il Napoli metteva pressappoco in archivio il passaggio del turno.
I ragazzi di Ancelotti, infatti, hanno vinto 3-0 contro il Salisburgo in questo primo round di Europa League senza troppa fatica. L’Inter di Luciano Spalletti, ancora orfana di Icardi e nel pieno di una emorragia di risultati, non riesce ad andare oltre il pareggio a reti bianche, pur avendo avuto in avvio una grande chance per passare in vantaggio su calcio di rigore. L’occasione fallita è un pò il termometro della situazione che sta vivendo il club nerazzurro, immerso nella bailamme della questione che ha contrapposto l’ormai ex capitano Icardi al gruppo che appare coeso di dirigenti, staff e squadra.
Nel mentre, il depauperamento di punti, gli ultimi nel recentissimo weekend di serie A, rischia di compromettere per l’Inter non già il terzo posto, che non più tardi di un mesetto fa sembrata congelato, ma la stessa qualificazione in Champions per l’anno prossimo.
Tutto diverso, e di tutt’altro respiro è il clima a Napoli. La truppa di Carletto Ancelotti ha viaggiato con le ali spiegate in casa contro il Salisburgo e, in attesa del return-match di metà mese, ha di fatto già messo la freccia per il passaggio del turno. Per i partenopei tutto facile fin dall’inizio, quando Milik, sempre più prolifico, sbloccava al 10’ dando così continuità ad un lungo trend di personale prolificità stagionale. L’estroso e sempre più decisivo Fabian Ruiz, al minuto 18’, poi, raddoppiava mettendo in ghiaccio l’incontro. La sfortunata autorete di Onguene, al 58’, chiudeva i giochi.

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*