Elezioni regionali, la Basilicata passa al centrodestra, Vito Bardi è governatore. Lontano il centrosinistra e il M5s: al primo posto il lavoro dice il neo governatore della Basilicata Vito Bardi. Gli esiti delle urne danno conferma alle proiezioni: candidato del centrodestra unito ma di sponda forzista supera il 42%. Ed esulta come è logico che succeda. "Nella mia agenda al primo posto il lavoro", dichiara subito. Intanto il centrosinistra dopo 24 anni perde la regione ma si lecca le ferite con un risultato che nei numeri è, comunque, confortante. Diverso invece il momento dei 5 Stelle, ancora in calo di consensi. E’ definitiva anche l’affluenza, al 53,58, in crescita di 6 punti rispetto alle amministrative della scorsa ondata.

Governator Bardi reazioni a caldo. Il neo leader della Basilicata: “al primo posto sempre il lavoro”


Dunque per il governatore Bardi è il lavoro la priorità e la chiave di volta per questo nuovo corso della regione. Dopo 24 anni, il centrosinistra perde la Regione ma non la speranza in una inversione di tendenza, mentre il centrodestra a guida leghista conquista un altro pezzo d’Italia in quest sorta di campagna di conquista regionale. "Abbiamo scritto la storia, la Basilicata è pronta per il cambiamento": è questo il primo commento di Vito Bardi dopo i primi responsi, quando peraltro lo spoglio era ancora in corso. "Nella mia agenda al primo posto ci sarà il lavoro. I giovani devono restare e avere le loro opportunità. Con legalità e trasparenza”. D’altra parte Carlo Trerotola, l’uomo scelto dal centrosinistra, superata la mezzanotte aveva ammesso la sconfitta: "Se ha vinto Bardi mi congratulo con lui, è stata una bella esperienza. Farò opposizione, lo devo ai cittadini, non è che posso dire ho perso, vi saluto”. Quest’oggi, nel corso di una prevista conferenza stampa, farà il punto sul nuovo corso che del resto aspetta già il centrosinistra in Basilicata. Bardi, che per paradosso non poteva votare perché residente a Napoli, ha seguito l’esito presso Filiano, città d’origine della famiglia. Una volta arrivato al quartier generale a Potenza ha poi detto: "Chiamerò tutti i leader per una grande festa del centrodestra".

E mentre l’affluenza è in crescita rispetto al 2013, i risultati in Basilicata sembrano assumere sempre più una sorta di immagine da test dal valore generale per le forze politiche italiane: in pratica, infatti, è l’ultimo prima delle elezioni europee del 26 maggio. Da questo punto di vista il centrodestra conquista il sesto successo di fila dal 4 marzo 2018: Trentino, Friuli-Venezia Giulia, Molise, Abruzzo e Sardegna. Il centrosinistra incasserebbe invece la prima sconfitta dopo l’elezione alla segreteria di Nicola Zingaretti, che ha chiuso la campagna elettorale a Matera, in una piazza affollata.

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*