Una visita per inaugurare la Questura di Monza, città che finora aveva ospitato solo un commissariato. Questo il motivo della visita del ministro dell’interno Matteo Salvini nella città lombarda. Salvini ha onorato anche i caduti della polizia di Stato deponendo una corona di fiori davanti al cippo che ricorda i caduti. Presenti nella nuova struttura di via Montevecchia oltre al ministro dell’interno anche il nuovo prefetto brianzolo Patrizia Palmisani, il presidente della provincia Roberto Invernizzi, il capo della polizia Gabrieli e il vicepresidente di Regione Lombardi a Fabrizio Sala. Salvini ha tenuto un discorso in cui ha prima celebrato le forze dell’ordine italiane: “Le forze dell’ordine italiane sono un modello e hanno tantissimo da insegnare - ha detto Salvini durante il suo intervento - bisogna essere più orgogliosi di quanto fanno queste migliaia di uomini e donne: questi missionari". 

Salvini: “Sono indagato” 


Il ministro dell’interno Matteo Salvini ha poi aggiunto: “Colgo l’occasione per annunciare che sono stato nuovamente iscritto a giudizio per un altro reato, sequestro di persona commesso  fra il 24 e il 30 giugno a Siracusa. Il procuratore di Siracusa ha spiegato di aver trasmesso gli atti al Tribunale dei ministri con richiesta di archiviazione ma quello che voglio che sia chiaro è che i porti sono e rimangono chiusi". Sulla questione porti chiusi Salvini nel corso dello stesso discorso ha poi aggiunto: “Rispetto il lavoro del collega Di Maio che si occupa di lavoro, ma sui temi di controllo dei confini e di criminalità organizzata sono io a decidere. Se il ministro Di Maio e Trenta la pensano in modo diverso lo dicano in Cdm e faremo una franca discussione - ha proseguito - I porti con me rimangono indisponibili chiusi e sigillati ai mercanti di esseri umani".  

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*