Marco Bonometti, presidente di Confindustria Lombardia, è sotto indagine con l’accusa di finanziamento illecito della campagna di un candidato alle elezioni europee. L’industriale lombardo era stato ascoltato martedì dai pm nel merito dell’inchiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, relativa al giro di tangenti a Milano e Varese.

aggiornamento ore 12.40

Bonometti, il sistema di finanziamento


L’accusa per Bonometti è quella di aver effettuato un finanziamento illecito per 31 mila euro. La modalità del finanziamento sarebbe particolare, con la cifra che sarebbe stata assicurata in cambio di un testo di poche pagine, in realtà liberamente scaricabile anche su siti che distribuiscono e diffondono tesi di laurea. Per gli inquirenti, questo tipo di attività potrebbe nascondere una sorta di forma di finanziamento illecito: due sono gli imprenditori iscritti fra gli indagati con la stessa accusa. 

aggiornamento ore 13.30

Dall’indagine è stato ricostruito un caso, in cui un altro imprenditore avrebbe pagato per una consulenza con lo stesso sistema: 40 mila euro per avere in cambio una manciata di pagine copiate, spesa non indifferente se si considera che il suo fatturato aziendale ammonta a 200 mila euro.

aggiornamento ore 16.20

0 Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. Campi richiesti*