Home ATTUALITÀ Nuovo Dpcm Natale del 4 dicembre: testo completo e Pdf

    Nuovo Dpcm Natale del 4 dicembre: testo completo e Pdf

    GIUSEPPE CONTE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

    Il nuovo Dpcm di Natale entra in vigore da oggi, venerdì 4 dicembre, e sarà valido fino al prossimo 15 gennaio 2021. Il nuovo decreto, infatti, ha anche allungato il termine minimo di valenza dello stesso, passando dai precedenti 30 giorni a 50. Cosa è consentito e cosa no quindi nelle prossime settimane?

    Come si potrà festeggiare il Natale? E quando potremo rivedere parenti e amici? Domande ricorrenti che trovano risposta nel testo completo del nuovo Decreto del presidente del Consiglio entrato in vigore da oggi 4 dicembre. Rimangono le suddivisioni in zone e le limitazioni presenti nel precedente decreto, che si inaspriscono nella settimana che va dalla viglia di natale al Capodanno.

    Di seguito il testo del nuovo Dpcm. Cliccando QUI (Nuova-bozza-Dpcm-3-dicembre-2020-DEF) invece è possibile scaricare il file in Pdf:

    “Art. 1 Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale

    1. Ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19, è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, nonché obbligo di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi, e comunque con salvezza dei protocolli e delle linee guida anti-contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali, nonché delle linee guida per il consumo di cibi e bevande, e con esclusione dei predetti obblighi:

    a) per i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva;

    b) per i bambini di età inferiore ai sei anni;

    c) per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, nonché per coloro che per interagire con i predetti versino nella stessa incompatibilità. È fortemente raccomandato l’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi.

    2. È fatto obbligo di mantenere una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, fatte salve le eccezioni già previste e validate dal Comitato tecnico-scientifico di cui all’articolo 2 dell’ordinanza 3 febbraio 2020, n. 630, del Capo del Dipartimento della protezione civile.

    3. Dalle ore 22.00 alle ore 5.00 del giorno successivo, nonché dalle ore 22.00 del 31 dicembre 2020 alle ore 7.00 del 1° gennaio 2021 sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. È in ogni caso fortemente raccomandato, per la restante parte della giornata, di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi.

    4. Ai sensi dell’articolo 1, comma 2, del decreto-legge 2 dicembre 2020, n. 158, dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 è vietato, nell’ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, e nelle giornate del 25 e del 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021 è vietato altresì ogni spostamento tra comuni, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra Regione o Provincia autonoma e, nelle giornate del 25 e 26 dicembre 2020 e del 1°gennaio 2021, anche ubicate in altro Comune, ai quali si applicano i predetti divieti”.