Home ATTUALITÀ BREAKING NEWS Nuovo ponte Genova: “Commissariare l’Aspi”, la soluzione auspicata dal viceministro Cancelleri

Nuovo ponte Genova: “Commissariare l’Aspi”, la soluzione auspicata dal viceministro Cancelleri

Ultimo aggiornamento 17:19
LAVORAZIONE IN CANTIERE VIADOTTO POLCEVERA NUOVO PONTE DI GENOVA MORANDI LAVORI CANTIERI CAMPATA CAMPATE

Sono più di 4 mesi che diciamo che saremmo arrivati all’inaugurazione e che senza sapere a chi darlo sarebbe diventato un grande problema per il governo. Il grido di allarme lanciato in questi mesi è stato poco ascoltato, adesso siamo arrivati alle battute finali e si deve prendere una decisione” dunque, ”Il governo deve intervenire immediatamente, scrivendo la parola fine a questa vicenda che è davvero arrivata a battute finali. Non possiamo più aspettare“.

Così stamane Giovanni Cancelleri, viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, intervento su Radio Anch’io a proposito della vicenda Aspi del nuovo ponte di Genova, e della sua gestione.

Cancelleri: “Stiamo valutando il commissariamento”

Il viceministro mostra di avere le idee abbastanza chiare sul da farsi: ”Commissariamento di governo di Aspi e la gestione di Anas solo per i controlli di sicurezza delle strade. Ovviamente non si perde un posto di lavoro“, tiene subito a precisare Cancelleri, aggiungendo che bisogna passare attraverso “la messa al bando delle concessioni che in due o tre anni devono essere riassegnate“.

Cancelleri: “Bnetton non sanno gestire la cosa pubblica”

Infine, ha proseguito ancora il viceministro, ”E’ chiaro che in questo momento la presenza dei Benetton è un grande problema. Hanno dimostrato di non saper gestire la cosa pubblica, i beni dello Stato, i beni dei cittadini e quindi non possiamo ancora lasciarglieli nelle mani. Noi stiamo proponendo una revoca, attraverso il commissariamento e attraverso l’estromissione di Spea, con l’affidamento dei controlli di sicurezza ad Anas perché Spea li taroccava”.

Max