Home ATTUALITÀ Orlando, dipendente del Burger King ucciso perchè “troppo lento”

    Orlando, dipendente del Burger King ucciso perchè “troppo lento”

    Ultimo aggiornamento 12:32

    “Sei troppo lento, ha due secondi di tempo”, poi ha aperto il fuoco. Così il 37enne Kelvis Rodriguez-Tormes ha ucciso il 22enne Desmond Joshua, dipendente del fast food Burger King di Orlando, negli Stati Uniti. Il movente dell’omicidio è quindi legato alla lentezza del servizio del giovane commesso.

    Secondo quanto riportato dall’emittente WKMG Kelvis Rodriguez-Tormes sarebbe entrato armato all’interno del locale dopo che una donna, presumibilmente compagna dell’omicida, aveva lamentato un’attesa di 40 minuti.

    Così il 37enne si è presentato davanti al giovane commesso prima aggredendolo verbalmente, poi intimandogli di evadere l’ordine entro due secondi, altrimenti avrebbe aperto il fuoco. Così ha fatto, uccidendo il 22enne di Orlando.