Home POLITICA ECONOMIA Pegeout dice sì, ora tocca a Fca per la fusione

Pegeout dice sì, ora tocca a Fca per la fusione

Ultimo aggiornamento 19:43

L’ufficializzazione non è ancora giunta ma sarebbe solamente questione di ‘particolari’ che saranno affrontati e risolti nell’ambito dell’atteso cda di Fiat Chrysler, prossimo a riunirsi. Nel frattempo poche ore fa fonti francese hanno annunciato che dal Consiglio di sorveglianza di Psa sarebbe trapelata l’approvazione in merito all’accordo della fusione con il gruppo Fca.
Dunque, con l’ok definitivo anche da parte del gruppo italo-americano, prenderà vita quello che diverrà il quarto colosso automobilistico mondiale, in virtù dei 8,7 milioni di immatricolazioni ogni anno, per una stima approssimativa di circa 3,7 miliardi di sinergie. Se, in base agli accordi, la presidenza spetterà a John Elkann la governance del nuovo gruppo vedrà Carlo Tavares come ceo, e 10 consiglieri: cinque Psa e l’altra metà Fca
Max