Home SPORT CALCIO PES 2020, Ozil eliminato dalla versione cinese: il motivo

PES 2020, Ozil eliminato dalla versione cinese: il motivo

Ultimo aggiornamento 12:07

Ozil attacca, la Cina risponde. Il centrocampista dell’Arsenal è recentemente finito al centro delle polemiche in Cina per le sue parole in difesa della minoranza uigura, popolazione musulmana della regione Xinjiang. Il tedesco con origini turche si era schierato apertamente tramite un post su Twitter scatenando le ire della Cina.

L’Arsenal aveva prontamente preso le distanze dal post del suo giocatore ma questo non era bastato per evitare il ban dalla televisione cinese. La partita tra Arsenal e Manchester City non è stata infatti trasmessa dalla tv cinese per protesta nei confronti della posizione assunta da Ozil.

Ozil eliminato da PES 2020

View this post on Instagram

Surprising kids in North London ❤ #M1Ö #YaGunnersYa

A post shared by Mesut Özil (@m10_official) on

La ‘vendetta’ della Cina nei confronti di Ozil non è infatti finita qui, perché le polemiche si sono susseguite nel corso dei giorni tanto da spingere l’eliminazione del calciatore dell’Arsenal dalla versione cinese di PES 2020, diventato da quest’anno eFootball PES 2020.

Una decisione netta commentata sul noto social network cinese Weino dall’azienda distributrice del gioco in Cinba: “Le parole di Ozil hanno ferito i sentimenti dei tifosi cinesi e compromesso il sentimento di amore e pace che accompagna lo sport. Non proviamo comprensione, e non accettiamo o non perdoniamo tutto ciò!”, le parole forti che hanno portato all’esclusione del giocatore dalla simulazione calcistica giapponese.