Home ATTUALITÀ Piacenza, la mamma dell’appuntato: “I soldi? Mi ha detto di averli vinti...

    Piacenza, la mamma dell’appuntato: “I soldi? Mi ha detto di averli vinti al Superenalotto”

    Ultimo aggiornamento 10:32

    Per la prima volta in Italia una caserma dei Carabinieri è stata sequestrata. È successo a Piacenza, colpa di un gruppo di militari che per arrotondare lo stipendio pestava gli indagati, estorceva droga e la spacciava. Così uno di loro, quello che è considerato il capo della comitiva, avrebbe nel giro di 10 anni acquistato una villa da 270mila euro alle porte di Piacenza.  

    E non solo: tra auto di lusso e 13 moto cambiate in meno di 8 anni, la vita condotta dall’appuntato era quella di un uomo facoltoso. Il carabiniere arrestato, insieme ad altri militari coinvolti, invece amava la bella vita e quei soldi li ha guadagnati con la violenza e l’inganno nei confronti di uno Stato di cui portava la divisa. 

    La mamma difende l’appuntato arrestato 

    Col passare delle ore le notizie che emergono dalla questura degli orrori si fanno sempre più in inquietanti. Tra torture e abusi il quadro è sempre più tragico. Ma c’è qualcuno che non vuole credere a tutto questo. E’ la mamma di quello che è considerato il capo della cricca: “E’ “un bravo ragazzo. E tirano fuori Gomorra perché veniamo da Napoli. Se Peppe era di Piacenza non lo dicevano che era Gomorra”, ha detto la donna a La Stampa. 

    Non ci credo a tutte quelle storie che ho sentito in televisione – ha ribadito sempre a La Stampa – Se faceva veramente del male, deve pagare, ma io non ci credo. Un bravo ragazzo, si stava pure laureando in Giurisprudenza…. I soldi? Mi ha detto che li aveva vinti al Superenalotto con gli amici, non erano in caserma…”, ha concluso la donna.