Home POLITICA POLITICA ITALIANA Prescrizione, Bonafede: “Non intendo provocare una crisi di governo”

Prescrizione, Bonafede: “Non intendo provocare una crisi di governo”

Ultimo aggiornamento 14:25

C’è la mia massima totale e sincera disponibilità a vagliare le proposte del Pd e degli altri partiti della maggioranza. La riforma del processo penale l’ho scritta con magistrati e avvocati se qualcuno pensa di avere strumenti migliori siamo qui per vagliarli. Sono disponibile al dialogo, c’è una maggioranza con cui dialogare meglio su questi temi. Allora dico, lavoriamo. Anche questa mattina ho avuto interlocuzioni col Pd, credo ci sia un terreno per cercare soluzioni, e che nella maggioranza ci siano praterie per lavorare insieme sulla giustizia, se ci troviamo d’accordo sull’obiettivo che dopo la sentenza di primo grado ci sia una risposta di giustizia“.

“Non voglio rompere con il Partito democratico”

E’ il Guardasigilli Roberto Bonafede il primo a rendersi disponibile affinché questa coalizione riesca a raggiungere gli obiettivi prefissati, nonostante nelle ultime settimane la solidità della maggioranza sia stata messa più volte a dura prova. Ed infatti anche stamane, in occasione della presentazione del calendario della polizia Penitenziaria, il ministro della Giustizia pentastellato ha tenuto a ribadire che “Non voglio rompere con il Partito democratico e con nessuno, e non voglio provocare una crisi di governo“. E a chi gli sottopone la proposta avanzata dal Pd sulla prescrizione, Bonafede non esita a replicare che “E’ un modo per fare rientrare dalla finestra quello che è uscito dalla porta. Una proposta – ha aggiunto – che rispetto ma non condivido“.
Max