PRIMARIE CENTRODESTRA – ‘DALLE GAZEBARIE DI ROMA UN GRANDE RISULTATO, C’È QUALCUNO CHE ROSICA’. BERTOLASO CORREGGE IL TIRO SULLA MELONI E AVVERTE: ’SE SI CANDIDA RINUNCIO’

    310x0_1456056808387.png (310×174)

    “Io sono partito,il popolo mi spinge ad andare avanti. Io voglio candidarmi per Roma. Le discussioni di questi giorni non mi interessano. A me premeva di capire se c’era un gradimento dei romani sul mio nome e il risultato è stato chiaro. In queste ore c’è qualcuno che sta rosicando. Tutte queste persone se ne faranno una ragione. Noi in queste ore stiamo lavorando sul programma e stiamo già immaginando quali saranno i primi interventi.Le priorità sono le buche e dunque il manto stradale, Ostia, il rilancio della cultura. Vogliamo essere pronti. Vinte le elezioni a giugno dobbiamo essere subito operativi”. Particolarmente gasato dagli esiti delle primarie di ieri, Guido Bertolaso ribadisce ai microfoni del Gr di ’Tele Radio Stereo’, la sua volontà di proseguire la sua corsa allo scranno capitolino. Ovviamente, in giornata, si attendono le repliche di coloro che Bertolaso ha definito ‘rosicanti’. Poi Bertolaso ha tenuto a correggere il tiro dopo che una sua battuta rilasciata a un programma de La7 (“La Meloni deve fare la mamma”), ha destato scalpore, suscitando aspre polemiche. “Voglio chiarire questa battuta sulla mamma che ho detto ieri sera riferendomi a Giorgia Meloni – ha detto il candidato del centrodestra – Prima ho detto che in questo periodo della sua vita dovrebbe fare la mamma e poi ho chiarito.Ho spiegato che la gravidanza, una delle pagine più belle della vita di una donna, non deve essere vissuta facendo campagna elettorale. Peraltro una campagna elettorale così aspra e violenta’’. Ciò non toglie, ha quindi sottolineato, che non possa candidarsi, ha aggiunto: ’’se lo fa è un suo diritto: è un leader politico, una donna in gamba ed energica, può anche decidere di farlo’’. Dal canto suo Giorgia Meloni ha replicato: “Dico con garbo e orgoglio a Guido Bertolaso che sarò mamma comunque e spero di essere un’ottima mamma, come lo sono tutte quelledonne che tra mille difficoltà e spesso in condizioni molto più difficili della mia riescono a conciliare impegni professionali e maternità”.

     

    M.