Home POLITICA ESTERI Proteste Belgrado, arresti e feriti

Proteste Belgrado, arresti e feriti

Terzo giorno di fila di proteste nella capitale serba, dove alcuni manifestanti si sono scontrati con la polizia, aggredendo anche giornalisti e operatori.

Ultimo aggiornamento 12:17
Manifestanti davanti al Parlamento di Belgrado

Altra notte di proteste e guerriglia a Belgrado, in Serbia. Secondo i media locali almeno settanta persone sono state arrestate dalla polizia ieri sera. I manifestanti stavano protestando pacificamente davanti al Parlamento, quando un gruppo violento si è scontrato con la polizia, aggredendo anche giornalisti e operatori. I facinorosi sono riusciti anche a entrare in Parlamento, prima di essere respinti dagli agenti con manganelli e lacrimogeni. Il quotidiano serbo Blic parla di diversi feriti. La manifestazione principale si è svolta invece in modo pacifico.

Leggi anche: Belgrado, nuovo lockdown: proteste e guerriglia urbana

Le proteste sono esplose martedì 7 luglio dopo che il presidente Aleksandar Vučić ha imposto un nuovo coprifuoco “per il fine settimana” a seguito dell’aumento di casi di coronavirus. I cittadini accusano Vučić di aver mentito sui dati per andare alle urne il 21 giugno scorso. Le elezioni sono state boicottate da parte dell’opposizione come forma di protesta contro le politiche autoritarie del presidente.

Mario Bonito