Home ATTUALITÀ BREAKING NEWS Raggi, il ‘vate ajo e ojo’ accende l’humor di Grillo, ma quel...

Raggi, il ‘vate ajo e ojo’ accende l’humor di Grillo, ma quel ‘Virgì annamosene’ fa pensare…

Ultimo aggiornamento 20:36

La situazione non è affatto come sembra, un recente sondaggio ha infatti collocato la sindaca della capitale, Virginia Raggi, al penultimo posto tra i sindaci ‘più amati’. Una doccia gelata per gli alti vertici del M5s, che fino a poche settimane fa ‘benedivano’ la ri-candidatura della Raggi, manco fosse Hilary Clinton. 

Grillo: “”Virgì, Roma nun te merita, annamosene”.

Così oggi, sapendo come ben cavalcare la ‘bestia’ della comunicazione, Beppe Grillo ha tentato l’ultima carta, quella a lui più congeniale – e credibile – come l’ironia. Lo spunto è uno ‘pseudo sonetto’ scritto da un tale il quale, manco fosse il Belli, in un tripudio di rimette ed offese (‘gente de fogna’, ‘infami’), ‘glorifica’ la Raggi in salsa ‘ajo e ojo’, dando l’ennesimo pessimo esempio della scarsa lucidità politica e democratica del militante integralista tipo.

Grillo, postando la ‘rimetta’ termina poi con uno scherzoso:”Virgì, Roma nun te merita”, dunque “annamosene“. Una battuta subito altrettanto scherzosamente ‘usata’ dagli avversari della Raggi – anche fra gli stessi pentastellati – che hanno replicato: “è un endorsement per la prima cittadina o Grillo le sta dando il benservito?“.

Raggi ringrazia ma: “‘gente de fogna’ non mi piace”

Dal canto suo la Raggi ha sì ringraziato il ‘vate’ Franco, ma più che altro per prendere le distanze su quanto scritto contro i suoi detrattori: “Franco, grazie di cuore. Amo Roma con tutta me stessa: questo mi fa andare avanti insieme all’affetto di tutti voi – ha scritto la insacca romana –  Gli ostacoli, i boicottaggi, gli incendi, i sabotaggi in questi anni non sono mancati. E c’è ancora chi rema contro il cambiamento, ma noi romani siamo più forti”. Quindi, finalmente, chiudendo: “Ps: Quel ‘gente de fogna’ non mi piace. Lo so che ti riferisci a chi ruba o incendia ma, se puoi, toglilo. Di una cosa sono fiera, nel mio ruolo sono il sindaco di tutti i romani, soprattutto di chi mi critica”.

Gelmini: “Abbia il buonsenso de pija’ e valige, e annassene”

Come dicevamo questo ‘siparietto’ ha finito per coinvolgere anche le altre forze politiche che, autorizzate dall’occasione di poter far sfoggio del romano, non si sono fatte attendere per replicare. Tra questi anche la capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, Mariastella Gelmini, che si è lasciata andare alla ‘Koinè’ scherzandoci sù ”Beppe Grillo, qui non è una questione di onestà o disonestà, ma di capacità o incapacità. Chi non è stato in grado di governare Roma, come la Raggi in questi anni, deve avere il buon senso di ‘pija’ e valige, e, annassene’. Sono i romani a non meritare una calamità come Virginia…”.

Max