Home ATTUALITÀ Riapertura frontiere dal 1° luglio: chi può entrare o chi no, lista...

    Riapertura frontiere dal 1° luglio: chi può entrare o chi no, lista 14 paesi, regole Ue, coronavirus, extra Ue

    Ultimo aggiornamento 09:58

    Uno dei temi piuttosto popolari in queste ore e giorni di inizio estate, pur se sempre coinvolti in un generale contesto di emergenza coronavirus, è quello relativo alla riapertura delle frontiere dal 1° luglio: come funziona?

    Ciò che si chiedono i cittadini di fatto è: chi può entrare o chi no? Quali sono le regole Ue, quali le restrizioni, cosa è concesso fare, come si può viaggiare e entrare?

    Andiamo a vedere insieme come funziona lo spostamento con la riapertura delle frontiere dal 1 Luglio 2020.

    Riapertura frontiere dal 1° luglio: chi può entrare o chi no

    L’Ue starebbe pensando di agire in relazione alla riapertura delle frontiere sulla base di un un principio di tipo epidemiologico con cui indicare se riaprire oppure no le frontiere a paesi terzi.
    Ovvero?

    Entro il 1 luglio si dovrà decidere se riaprire le frontiere esterne all’Unione Europea o ci saranno restrizioni per viaggi considerati non essenziali.

    La preoccupazione relativa al coronavirus sta ancora tenendo alta la tensione e l’attenzone, e se per i paesi Ue i confini sono stati riaperti c’è ancora profonda incertezza per quelli extra Ue. Con maggior chiarezza per gli Usa: esclusi per ora.

    aggiornamento ore 2.11

    Riapertura frontiere dal 1° luglio: criteri epidemiologici, elenco 14 paesi

    L’Ue punta su dati di tipo epidemiologico per indicare l’eventuale riapertura delle frontiere a paesi terzi, che considera la media di meno di 16 nuovi malati ogni 100mila abitanti negli ultimi 14 giorni.

    E’ quanto riportano alcuni media come ad esempio il Sole 24 Ore. Se passasse questa linea verrebbe fuori una lista di 14 paesi:

    1. Montenegro,
    2. Canada,
    3. Corea del Sud,
    4. Giappone,
    5. Australia,
    6. Thailandia,
    7. Nuova-Zelanda,
    8. Algeria,
    9. Georgia
    10. Marocco,
    11. Ruanda,
    12. Serbia,
    13. Tunisia
    14. Uruguay.

    Anche la Cina dovrebbe entrare nella lista ma se anche il paese asiatico applicherà il principio di reciprocità verso i cittadini Ue.

    aggiornamento ore 6.00

    Riapertura frontiere dal 1° luglio: ecco i paesi esclusi

    Aperture in vista anche per Vaticano, Montecarlo, San Marino e Andorra. Per adesso sono esclusi gli Usa, il Brasile, Israele, Arabia Saudita, Turchia e la Russia ma ogni 14 giorni si verificheranno le liste.

     

    Dunque, dal 1 luglio, saranno per ora 15 i paesi pronti a riaprire le sue frontiere esterne. Dal 6 luglio poi, la Gran Bretagna ha deciso di togliere la quarantena per gli inglesi che tornano dalle vacanze negli altri paesi.
    Nella lista ci sono inclusi Italia, Grecia, Germania, Spagna, Francia, Belgio, Turchia, Olanda e Norvegia.

    Si attende la fine della riunione del Coreper (il Comitato dei Rappresentanti permanenti alla Ue), per maggiori chiarezze, dettagli e aggiornamenti delle informazioni ufficiali.

    aggiornamento ore 9,57