Home CRONACA CRONACA ITALIANA Rifuti Capitale, Raggi: “In tombino una tessera telefonica del ’97”

Rifuti Capitale, Raggi: “In tombino una tessera telefonica del ’97”

Ultimo aggiornamento 16:59

Il fatto di non meravigliarci più di fronte a determinate situazioni, è l’inquietante sintomo che rivela l’assurda ‘inclinazione all’abitudine’ da parte di noi tutti, davanti a fatti che dovrebbe invece far trasalire l’indignazione. Forse perché ‘rodati’ dalla surreale situazione relativa alla pessima gestione di questa città – Roma – ormai siamo pronti ad aspettarci di tutto.
Stamane, attraverso Fb, ci ha pensato la sindaca Raggi a ‘stimolare’ in noi una qualche reazione, pubblicando un post nel quale ha scritto: ”Lo sapete cosa è stato trovato in un tombino della periferia di Roma mentre veniva pulito? Una tessera telefonica del 1997! Pensate, quel tombino non veniva spurgato da 22 anni. Quello che vedete nelle foto – ha scritto la sindaca accanto a una foto – è solo uno dei reperti ‘storici’ che i nostri tecnici ritrovano quando intervengono per pulire le caditoie e i tombini della città. La carta prepagata di 10mila lire è stata recuperata a piazza Santa Maria del Soccorso, nel quadrante est di Roma, immersa completamente in uno strato di fango e foglie. È il simbolo della scarsa, e in molti casi assente, manutenzione degli ultimi decenni“.
Dunque un fatto assurdo, che dovrebbe farci imbestialire, soprattutto alla luce della carissima tassa che noi romani siamo costretti a pagare ogni anno sui rifiuti. Ma, come dicevamo, siamo ormai talmente ‘abituati’ alla mondezza (grazie anche a questa giunta, intendiamoci), che il post poco ha scandalizzato. La Raggi ha quindi colto l’occasione per ‘avvertire’ che ora è diverso, e che il comune si sta davvero impegnando in questo senso, aggiungendo: “Stiamo cambiando rotta, facendo nuovi investimenti e interventi preventivi sulle zone a rischio. Inoltre ultimamente abbiamo stanziato 1 milione di euro per realizzare ulteriori interventi in tutta la città. Con la Protezione Civile la collaborazione è massima e il lavoro sta andando avanti: siamo intervenuti costruendo nuove caditoie a via Prenestina, ci sono in programma operazioni a viale della Serenissima e via Tiburtina nel quadrante est di Roma. Nei mesi scorsi abbiamo fatto operazioni specifiche su un tratto di via Trionfale, a nord ovest della città. E la programmazione va avanti”. Applausi’ Mica tanto, tale è ormai la rassegnazione…
Max