ROMA, 7 ARRESTI NEL WEEKEND, TRA REATI CONTRO IL PATRIMONIO E TRUFFA DELLO SPECCHIETTO

    Ultimo aggiornamento 00:00

    arrestoCome spesso accade nel fine settimana, si sono intensificati i servizi di controllo da parte delle autorità, specie per garantire, per lo più nelle ore serate, una regolare e adeguata sicurezza sia lungo le strade, e più in generale nei luoghi della movida. A fronte di questa intensa attività di monitoraggio sono stati 7 gli arresti effettuati in poche ore.

    Il primo a finire in arresto è un uomo originario del Bangladesh, sorpreso dagli agenti dal commissariato Torpignattara in via Belmonte Castello ad asportare, con un complice che è riuscito a fuggire, alcuni oggetti dall’interno di un autovettura parcheggiata in strada. La polizia ha recuperato una borsa contenente la refurtiva, riconsegnandola al proprietario, rinvenendo anche un cacciavite utilizzato per forzare lo sportello, sequestrato dagli agenti.

    Gli agenti del Commissariato Appio, invece hanno arrestato per rapina impropria un cittadino romeno di 42 anni che, dopo aver prelevato delle bevande dal frigorifero di un bar di via dei Colli Albani, ha aggredito uno dei dipendenti che gli aveva chiesto di pagarle.

    E’ finito poi in manette un cittadino cileno per furto aggravato, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale per aver aggredito gli agenti del Reparto Volanti e del Commissariato Monte Mario che lo avevano fermato per un controllo. L’uomo, 26enne stava tentando di allontanarsi dopo aver rubato un ciclomotore parcheggiato in strada. Identica la fine della vicenda di un 23enne napoletano, che ha tentato di mettere a segno la “truffa dello specchietto” ai danni di una automobilista, l’ennesimo, in questo breve periodo di tempo. I poliziotti del Reparto Volanti lo hanno intercettato mentre tentava di darsi alla fuga a bordo di uno scooter. Nella circostanza ha tentato anche di investire uno degli agenti.

    Sottoposto al controllo, i poliziotti hanno accertato che il giovane peraltro non ha mai conseguito la patente di guida ed il mezzo sul quale viaggiava era privo di copertura assicurativa; ed hanno quindi proceduto al sequestro del mezzo. I poliziotti hanno anche sequestrato inoltre dei frammenti di carta abrasiva che il soggetto utilizzava per danneggiare la vettura della vittima e poter mettere quindi a segno la truffa.

    Furto in appartamento e possesso di arnesi atti allo scasso sono invece i reati contestati a due cittadini stranieri, sorpresi dagli agenti del Reparto Volanti e da quelli del commissariato Fidene mentre tentavano di mettere a segno un furto all’interno di un appartamento a Talenti. Entrati all’interno dell’appartamento attraverso una persiana che i due ladri avevano forzato con un grosso cacciavite, i poliziotti li hanno sorpresi proprio mentre, all’interno del salotto, stavano rovistando nei mobili per raccogliere gli oggetti da portar via. E infine, per lesioni gravi ad un suo connazionale per futili motivi, invece un cittadino romeno. In seguito alla segnalazione al 113 effettuata dal personale medico del pronto soccorso, gli agenti del commissariato Flaminio hanno raggiunto via Flaminia vecchia ed hanno sorpreso l’aggressore, un 46enne romeno, che all’interno di un alloggio di fortuna aveva ancora indosso i capi sporchi di sangue ed hanno proceduto al sequestro anche del coltello utilizzato per il ferimento.