Home CRONACA CRONACA ITALIANA Roma, a Cinecittà apre il Museo italiano dell’audiovisivo e del cinema

Roma, a Cinecittà apre il Museo italiano dell’audiovisivo e del cinema

A Cinecittà apre il museo del cinema e della tv. A presentare nei mitici studi di via Tuscolana a Roma il Miac, il museo Museo Italiano dell’Audiovisivo e del Cinema, questa mattina c’era il ministro Dario Franceschini che ha così commentato l’anteprima: “Da un’idea di quattro anni fa ad una realtà di oggi. Un percorso multimediale emozionante tra immagini e musiche che hanno accompagnato la nostra vita”.
Ed è stato proprio il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo ad assegnare nel 2015 all’Istituto Luce-Cinecittà la realizzazione del Miac, uno spazio polifunzionale di 4mila metri quadrati nell’ex Laboratorio di Sviluppo e Stampa di Cinecittà, che sarà aperto al pubblico a dicembre.

Il Miac ospiterà un’esposizione permanente sull’immaginario degli italiani nel XX e XXI secolo, e l’evoluzione della nostra società vista dalle lenti del cinema, della TV, degli audiovisivi, attraverso filmati e fotografie dei maggiori archivi e cineteche del Paese, videoinstallazioni, materiali audio, testi, oggetti di scena, macchinari. E ancora mostre temporanee, una biblio-videoteca, e laboratori didattici.

Complementare al Miac, una serie di attività di formazione rivolte ai giovani, declinate in formato Erasmus con scambi e residenze internazionali, svolta in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia e altre istituzioni di settore.

Nell’ambito del Miac sarà inoltre promosso un Laboratorio di Conservazione e Restauro, specializzato nel restauro analogico della pellicola. Nell’epoca segnata dal ‘passaggio al digitale’, un luogo di attenzione a un supporto, come la pellicola, unico e insostituibile, di cui è divenuta necessaria la conoscenza per tutelare la sopravvivenza dei capolavori del passato.