Home CRONACA CRONACA ITALIANA Roma, Alitalia di nuovo in piazza per chiedere al governo di assumersi...

Roma, Alitalia di nuovo in piazza per chiedere al governo di assumersi le proprie responsabilità

Alitalia scende nuovamente in piazza per dirigersi poi dai tre partiti di maggioranza al governo per ottenere delle risposte concrete.

Questa mattina in piazza San Silvestro si è riunita un’assemblea dei manifestanti per discutere della questione Alitalia per dividersi poi in tre delegazioni con l’obiettivo di incontrare i tre partiti di maggioranza al governo, Pd, M5S e Lega. Questa manifestazione è stata indetta da USB Lavoro Privato insieme a Cub Trasporti, Air Crew Committee, Naca Piloti Alitalia e Cityliner.

Loro devono assumersi le responsabilità di quello che stanno facendo”.
Queste le parole di lavoratori che chiedono al governo di essere ascoltati. Vogliono risposte riguardanti la perdita di migliaia di posti di lavoro legati a quello che è uno dei settori fondamentali per l’economia italiana, il turismo. Vogliono sapere, inoltre, se l’investimento pubblico di cui sono responsabili può produrre ulteriori licenziamenti. Molte altre sono le richieste e la fiducia nei confronti della politica italiana sta svanendo sempre di più.

Ho il diritto di non credere nella politica italiana” – dipendente Alitalia.

All’arrivo di una delegazione sotto Montecitorio, i lavoratori e i rappresentanti sono stati ascoltati dagli onorevoli Lollobrigida e Silvestroni del partito Fratelli d’Italia all’opposizione al governo scesi in piazza per annunciare la preparazione di una mozione da presentare.

Abbiamo visto rafforzare le imprese francesi, olandesi e tedesche e quando si parla delle imprese italiane bisogna essere europeisti, nel senso che dobbiamo dare il sangue a vantaggio di altri. Io non credo sia la posizione logica.” – on. Francesco Lollobrigida

Continuare su questa linea, facendosi sentire con altre manifestazioni, sembra la via giusta per smuovere una politica che sta andando a rilento sulla questione Alitalia. Come riporta un rappresentante ricevuto da uno dei tre partiti, questa politica sembra essere aliena nei confronti di un problema che riguarda il futuro di molte persone. Salvare e rilanciare Alitalia è un ottimo modo di investire su quella che è la compagnia di bandiera.

Questo paese ha necessità di una riforma del trasporto aereo che metta al centro della discussione la rinascita della compagnia di bandiera.” – rappresentante CUB