Home SPORT CALCIO Roma e Lazio nel segno del tre: Inzaghi acciuffa la Juve, Fonseca...

Roma e Lazio nel segno del tre: Inzaghi acciuffa la Juve, Fonseca guarda la vetta

Ultimo aggiornamento 12:12

La Zona Cesarini è ormai superata, anche se difficilmente abbandonerà il lessico calcistico. Di diritto però la denominazione dei gol all’ultimo fiato andrebbe applicata sulle spalle larghe di Felipe Caicedo, l’attaccante della Lazio che risolve le partire impossibili. A dirlo sono i numeri: Cesarini si è fermato a 5, l’ecuadoriano biancoceleste è arrivato addirittura a sei.

L’ultimo gol a partita praticamente finita è arrivato contro la Juventus e ha regalato un punto d’oro ai biancocelesti, almeno per come si era messa la partita. La squadra di Pirlo è andata avanti col solito Ronaldo, Caicedo è entrato nella ripresa al posto di uno spento Muriqi e l’ha risolta a modo suo. A un secondo dalla fine, prima che l’arbitro decretasse la conclusione della partita. Con quello di ieri fanno tre reti decisive da subentrato nelle ultime tre gare.

Il numero tre è ricorrente anche sulla sponda giallorossa del Tevere. Perché tre sono anche i gol rifilati da Mkhitaryan al Genoa. Così come i punti che la Roma ha strappato a Marassi, confermando l’ottimo momento di salute che la proietta all’inseguimento delle primissime piazze della classifica.

Il fantasista armeno si è portato a casa il pallone per la prima volta da quando è in Serie A. senza Dzeko si è vestito da leader e si è caricato la squadra sulle spalle. Ha trascinato i compagni alla vittoria dopo il pareggio firmato Pjaca. Con i tre punti di Genova i giallorossi si sono piazzati in piena zona Champions mentre aspettano il ricorso per lo 0-3 a tavolino contro il Verona che li porterebbe ad un solo punto dal Milan capolista.