Home SPORT Roma – Lazio, Simone Inzaghi: Mi aspettavo di più, mi tengo stretto...

Roma – Lazio, Simone Inzaghi: Mi aspettavo di più, mi tengo stretto il punto

Ultimo aggiornamento 12:48

A parlare nel post gara di Roma – Lazio, il derby della Capitale è Simone Inzaghi, il tecnico dei biancocelesti che con proverbiale onestà intellettuale ha fatto il punto dal match con lucidità e prontezza.

L’allenatore della Lazio ha commentato gli esiti di un incontro che è risultato essere piuttosto complicato per la compagine del Presidente Lotito, la quale veniva da un lunghissimo cammino fatto di vittorie consecutive in campionato che ne evidenziavano il grande stato di forma.

“Mi aspettavo di più, mi tengo stretto il punto”, ha detto il tecnico biancoceleste dopo l’1-1 dello stadio Olimpico prodotto dai gol nel primo tempo di Dzeko e Acerbi.

Roma – Lazio, Simone Inzaghi fa il punto della situazione dopo il derby

Non certo la migliore Lazio di questa stagione: eppure, capace di mantenere il pari nel derby di fronte a una Roma molto vogliosa. Gara in salita col gol di Dzeko su flop di Strakosha, col pareggio di Acerbi su un errore ancor peggiode di Pau Lopez. Tutto sommato ai biancocelesti l’1-1 contro questa Roma può andare bene e a fine gara, a Sky Sport, lo ha ammesso lo stesso Simone Inzaghi.

“Se mi aspettavo di più? Penso di sì per come avevamo abituato i nostri tifosi, ma dall’altra parte c’è sempre una squadra. La Roma ha fatto meglio e ci teniamo stretti questo punto sofferto. È stato simile all’andata. La Roma ha fatto una grande partita, noi invece abbiamo sbagliato molto. “, ha dichiarato, per poi proseguire.

“A volte bisogna riconoscere i meriti degli avversari. Tecnicamente abbiamo sbagliato tanto in diversi elementi, la Roma ha organizzato una partita intensa. Potevamo fare meglio, mi aspettavo di più.”

Aggiornamento ore 00.01

D’altra parte adesso a Inzaghi e alla Lazio interessa ciò che è ancora davanti, in prospettiva per questa seconda parte di campionato. “Ora dobbiamo recuperare energie e giocatori sperando che qualcuno non si debba fermare di nuovo perché ci aspettano diciotto finalissime.”, ha dichiarato l’allenatore del club di Lotito.

In effetti, la Lazio ha disputato questo match tanto atteso in una condizione non esattamente ottimale dal punto di vista atletico almeno in alcuni suoi effettivi. “Siamo arrivati a questa partita con Luis Alberto e Correa non al meglio. Luis si toccava la gamba già a inizio ripresa e avrei voluto toglierli contemporaneamente, ma avevo già fatto un cambio e mancavano ancora venti minuti. Gli ultimi due allenamenti li avevano fatti nel migliore dei modi.”

Lo stesso Luis Alberto è sembrato contrariato, ma diquesto Simone Inzaghi non si preoccupa affatto anzi. “Se Luis Alberto è arrabbiato comunque farà di tutto per vincere la prossima partita”.

Aggiornamento ore 4,05

Inzaghi è intervenuto anche ai microfoni di Lazio Style Channel chiarendo i concetti principali della sua disamina post match. “Sappiamo soffrire. Abbiamo pareggiato una partita importante ai fini della classifica. Non abbiamo giocato come sappiamo, probabilmente ci sono demeriti nostri e meriti della Roma, giusto riconoscerlo.”

Come detto, altro tema del post è quello di Luis Alberto. “Luis Alberto? I derby sono fatti così, Luis e Correa hanno vissuto una settimana particolare ma avevano fatto bene negli ultimi giorni e quindi li ho schierati titolari. Non c’è nessun problema, ora abbiamo una settimana di tempo per preparare la partita con la Spal.”

Inzaghi ha riconosciuto i meriti degli avversari. “La Roma ha fatto una partita diversa rispetto all’andata, è un’ottima squadra. Noi potevamo e dovevamo fare meglio ma ci teniamo stretto questo punto. Avremmo dovuto cercare di più Lazzari, loro sono stati bravi e noi abbiamo sbagliato più del solito, oltretutto senza trovare le uscite palla al piede dalla difesa. Poi siamo stati troppo precipitosi a giocare per vie centrali senza sfruttare Lulic e Lazzari ben messi sulle fasce. Ho comunque fatto i complimenti ai ragazzi, abbiamo sofferto insieme e sono stati bravissimi a compattarsi e a portare a casa un punto fondamentale per la nostra classifica.”

Occhio al domani, adesso. E agli acciacchi. “Speriamo che Correa stia bene. Il mio obiettivo è quello di portare più giocatori possibili a giocare con la Spal. Poi avremo Verona e Parma, ci aspettano 3 partite in una settimana e mi auguro di avere tutti a disposizione”.

aggiornamento ore 9.31