Home ATTUALITÀ BREAKING NEWS Salvini: “Emilia, il cambio è solo rimandato. Finalmente il Sud”

Salvini: “Emilia, il cambio è solo rimandato. Finalmente il Sud”

Ultimo aggiornamento 14:21

Certo non ha vinto, almeno in Emilia dove, complice una radicata cultura ‘operaia’, ed il gran lavoro di ‘resistenza’ oppostogli dalle Sardine, non è riuscito a ‘trasmettere’ il nuovo pensiero della Lega. Tuttavia, ‘voti alla mano’ non è che poi gli sia andata così male. Qualcuno gli rinfaccia la faccenda della ‘citofonata’, ma lui non ne vuol sapere: “Citofono? Rifarei tutto”.
Così, di prima mattina in conferenza stampa, con al fianco la ‘sua’ Lucia Borgonzoni, Matteo Salvini traccia un primo bilancio di questa duplice tornata elettorale: “Con il 55% in Calabria e il 45% in Emilia, siamo la prima forza” sottolinea, aggiungendo che nelle due Regioni che sono andate al voto il centrodestra è stato “compatto”. E, proprio parlando di centrodestra, Salvini aggiunge che “in attesa del voto, che spero sarà presto, prepareremo una squadra a livello nazionale. Serve una Forza Italia ancora più tonica, diciamo così – osserva il leader della Lega – Tutti sono utili. Abbiamo preso il 32% qui – tiene a sottlineare – ci sarà anche gente tranquilla”. Quanto poi al futuro della Borgonzoni, “il ruolo di Lucia lo decideremo insieme, lei vuole rimanere qua. Farò le mie valutazioni. Lei mi ha chiesto di mollare il Parlamento per stare insieme alla sua gente”.
Poi Salvini sembra finalmente rilassarsi dopo giornate a dir poco convulse: “Finalmente una notte in cui si è dormito, mi sono alzato assolutamente soddisfatto, non solo perché abbiamo fatto tutto quello che era umanamente possibile fare. A seggi ancora aperti, ci alziamo con il doppio dei nove consiglieri che pensavamo domenica sera, tra Emilia e Romagna”. Dunque, aggiunge, “ora ci prepariamo a 5 anni di appassionata opposizione, il cambio è solo rimandato. Ci prepariamo alla festa di ringraziamento, venerdì, perché gli elettori si ringraziano sempre e comunque”. Anche se, fa notare, “qualcuno nella vittoria non perde il suo livore”.

“Abbiamo vinto otto elezioni su nove”

Quanto invece alla Calabria, spiega ancora il leghista, “era la prima volta che eravamo presenti con il nostro simbolo sulla scheda, siamo testa a testa per essere il primo partito del centrodestra. Sarò in Calabria già la prossima settimana, vogliamo dare una squadra di governo. Finalmente saremo messi alla prova al Sud“.
In definitiva, prosegue, “sia in Calabria che in Emilia la coalizione ha dato prova di assoluta compattezza, se si fosse votato a livello nazionale il centrodestra avrebbe stravinto. Ma quando si voterà a livello nazionale è nelle mani del buon Dio saperlo. Con questa siamo a nove elezioni regionali, ne abbiamo vinte otto, poteva andare peggio”, ribadisce soddisfatto Salvini, anche se, ovviamente, “Avrei preferito nove su nove, ma in primavera ce ne sono sei, siamo già al lavoro per le squadre, in Liguria e Veneto non vedo problemi, le altre sono a guida Pd, 4 delle ultime sei rimaste in Italia”. E prima di salutare lancia l’ennesima sfida: “Noi giochiamo per vincere sia nelle Marche, che in Toscana, che in Puglia e Campania“.
Max