Home SPETTACOLO MUSICA Sanremo 2020, Re Amadeus medita sulla prossima edizione: scenari, ascolti e le...

Sanremo 2020, Re Amadeus medita sulla prossima edizione: scenari, ascolti e le sue parole

Ultimo aggiornamento 10:41
Festival di Sanremo 2020

Il Festival 2020 non è stato solo quello della vittoria di Diodato ma sicuramente, senza dubbio, quello della vittoria di Amadeus. Nonostante qualche scetticismo e polemica di troppo in avvio, le sue serate sono state un capolavoro.

Il Festival di Sanremo di Amadeus è stato un trionfo ed è per questo che in tantissimi già si chiedono del bis. Anzi: lo chiedono. Ma cosa accadrà? Come si è espresso in questo senso il conduttore?

Sanremo 2020: indicazioni e rumors sulla prossima edizione. Cosa farà Amadeus

Nel corso della conferenza stampa conclusiva Amadeus e gli organizzatori del Festival hanno dato chiari cenni circa il da farsi per il futuro: si prospetta il bis, ma si farà?

Dopo le parole del sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri che ha parlato di “Festival dei successi. Abbiamo raggiunto un livello altissimo. E tutto questo ha funzionato anche grazie all’intera città, quindi ringrazio anche i miei cittadini”,  è stata la volta, in apertura delle parole entusiastiche del direttore di Rai 1 Coletta.

Stefano Coletta ha fatto il bilancio degli ascolti. “Potremmo titolare che questo Festival ha fatto il record del millennio. Non si raggiungevano simili risultati dal 1999. Ieri share del 60,6%. Prima parte 56,8%. Seconda parte quasi 69%. Durante la parte finale, oltre a picchi sopra il 70%, avevamo oltre 7 milioni all’ascolto.”, ha detto.

Sottolineando, poi, che questa è a vittoria di Amadeus. “Record per gli individui dai 15 ai 24 anni, che ieri hanno superato il 61%. Non accadeva dal 1998. Grande quota di lauerati. Picco di ascolto, 15milioni 367mila spettatori alle 21.45 con lo sketch tra Amadeus e Fiorello dopo aver cantato Un mondo d’amore. Picco di share, 76,8% alle 1.38 con la standing ovation a Fiorello. Ringrazio Amadeus, Lucio Presta, il mio vice direttore”.

aggiornamento ore 00.43

E lui cosa ha detto? “Sono l’uomo più felice del mondo, ho realizzato un sogno. Quello che è accaduto è stato quello che desideravo fare. E’ stata una responsabilità per via dei 70 anni del Festival, l’azienda mi ha dato fiducia che credo di aver ripagato. Ringrazio l’AD e il direttore di rete, che non ha creato panico.”, ha chiarito.

“Avere un direttore così è una spinta notevole, perché ci sono momenti in cui devi agire d’istinto e il direttore mi ha fatto sentire la sua fiducia. Le polemiche? Non ne voglio più parlare. Ringrazio il pubblico sovrano, che ha capito che da parte mia c’era solo la voglia di fare un bel festival. Ringrazio Tiziano Ferro e mio fratello Fiorello, che stamane mi ha chiamato alle 8 ed io sono andato a letto alle 6″.

Amadeus, poi, si è anche commosso di fronte agli applausi che sono seguiti.

aggiornamento ore 5.13

“Anni fa, un articolo mi definiva il presentatore della porta accanto. Io sono così e non vedo l’ora di tornare alla mia quotidianità. Adoro essere una persona comune. Quando crei un rapporto quotidiano col pubblico, non puoi mentire, e il pubblico ha capito che sono così. Ora torno alla normalità da persona che ha fatto bene il proprio lavoro”, ha dichiarato in conferenza stampa Amadeus.

Bocche cucite, però, per il momento, da parte di Amadeus cirda il futuro.  Preferisce spendersi pe i ringraziamenti delle persone che lo contattarono il 2 di agosto per proporgli il Festival: l’AD Salini, l’ex direttrice di Rai1 De Santis e Marano di Rai Pubblicità. “La riconoscenza non mi manca”.

aggiornamento ore 10.41