SCOMPARSA DA 2 GIORNI, 18ENNE TROVATA A PEZZI ALL’INTERNO DI DUE TROLLEY NEL MACERATESE. UN FERMO

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Una storia degna delle peggiori storie horror. E’ stato un automobilista ad allertare i carabinieri della stazione di Pollenza, nel maceratese, il quale aveva notato quei due trolley sul ciglio della strada che taglia la zona industriale. Giunti sul luogo i militi non hanno notato nessun segno di pneumatico sullo sterrato dove giacevano uno a pochi metri dall’altro i due trolley, come se fossero stati gettati da un’auto in corsa. Il peggio purtroppo è seguito poco dopo quando, con grande cautela i carabinieri hanno deciso di controllarne il contenuto. Una scoperta raccapricciante: le due valigie nascondevano il corpo fatto a pezzi di una donna. Intervenuto anche il medico legale ed i carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Macerata, il cadavere è stato appurato che era quello della 18enne Pamela Mastropietro, allontanatasi improvvisamente il pomeriggio dello scorso 29 gennaio scorso dalla comunità di recupero ’Pars’ di Corridonia, dove era ospite. Della scomparsa della ragazza, che stava attraversando un periodo difficile, si era occupata anche ‘Chi l’ha visto?’ Ed è stata proprio la redazione del programma di Raitre a riferire stamane che la giovane era stata riconosciuta da una farmacista di Macerata la quale ha spiegato che la 18enne aveva acquistato qualcosa e che ad attenderla fuori la farmacia c’era un cittadino straniero. Nelle ultime ore è stata data notizia del fermo di un sospetto (che sia lo stesso uomo visto dalla farmacista?), e di una perquisizione condotta in un’abitazione nei pressi del ritrovamento. Per gli affranti genitori di Pamela, anche se non ci sarebbero dubbi, persiste un aflebile speranza data dagli esiti degli accertamenti condotti dai medici legali.
    M.