Home ATTUALITÀ Scuola, Bianchi: “Così investiremo i fondi del Pnrr”

    Scuola, Bianchi: “Così investiremo i fondi del Pnrr”

    L'arrivo del ministro dell'istruzione Patrizio Bianchi, e il ministro per le pari opportuni Elena Bonetti

    “Non ci sono mai stati tanti soldi per la scuola”. Patrizio Bianchi, ministro dell’Istruzione, esulta per i fondi ottenuti dal Pnrr. Quasi 18 miliardi di euro da investire nei prossimi 5 anni. “Con due obiettivi principali: il primo investire sugli ambienti scolastici, metterli in sicurezza ma anche modificarli per una didattica più partecipata, con più laboratori, con aule in grado di adattarsi a diverse esigenze – ha detto il ministro a Repubblica -. Il secondo, permettere ai ragazzi di tutto il Paese di avere le stesse opportunità per combattere la dispersione che colpisce soprattutto il Sud. Questo vuol dire ad esempio aumentare i nidi”.

    Bianchi ha le idee chiare, ha già fissato i punti da cui partire: “Dagli spazi, nuove scuole e riqualificazione di quelle esistenti. Le faranno i Comuni e le Province con il supporto di Cassa depositi e prestiti e Agenzia per la coesione. Abbiamo l’occasione di superare il concetto di aule, corridoi lunghissimi e porte chiuse per puntare su laboratori, palestre e mense. A novembre partono i bandi per i primi 5 miliardi”.

    Tra 5 anni, assicura il ministro dell’Istruzione “ci saranno più asili nido, per permettere a tutti i bimbi di avere le stesse opportunità già prima della scuola primaria. Per le scuole medie va rafforzato il ruolo di orientamento verso le superiori dove la scelta degli Istituti tecnici e professionali andrà resa più qualificante anche con la riforma che stiamo approvando. Queste scuole saranno sempre più legate al territorio per inserirti subito nel mondo del lavoro”, ha concluso.