Home SPETTACOLO TV Soliti Ignoti, puntata 22 Febbraio, Daniele da Trieste gioca per 46 mila...

Soliti Ignoti, puntata 22 Febbraio, Daniele da Trieste gioca per 46 mila euro, ecco come è andata

Ultimo aggiornamento 07:46

Altra serata davvero pirotecnica all’interno del game delle indagini e delle inchieste misteriose su identità e parenti segreti de I Soliti Ignoti. L’apprezzato programma delle indagini guidato da Amadeus sulla Rete ammiraglia sta continuando a fare incetta di ascolti. Ma come è andata Sabato 22 Febbraio?

Nel gioco di Rai Uno i Soliti Ignoti il concorrente come sappiamo vince se riesce a indovinare le identità nascosta e il parente misterioso. Come è andata la gara del 22 febbraio? Chi ha giocato e, soprattutto, avrà vinto?

Soliti Ignoti, puntata 22 Febbraio, Daniele da Trieste gioca per 46 mila euro

A indagare nella puntata di sabato 22 febbraio 2020 è Daniele da Trieste. Nella prima fase il concorrente abbina correttamente sei identità su otto ignoti, accumulando così 92 mila euro. Con questa cifra il triestino affronta la fase finale, quella del parente misterioso.

Daniele vuole conoscere il grado di parentela, rinunciando a un possibile raddoppio. Il parente misterioso si chiama Katia, ha 74 anni ed è la madre di uno degli ignoti. Subito dopo Daniele decide di dimezzare, riducendo il numero di ignoti su cui scegliere da otto a quattro, giocando così per 46 mila euro.

Per il triestino, Katia è la madre dell’ignoto numero otto ma, in realtà, il figlio del parente misterioso è l’ignoto numero quattro.

aggiornamento ore 1.19

Viceversa, nella puntata di venerdì 21 febbraio 2020 a giocarsi la gloria e il bottino c’era Valeria da Loreto Aprutino, in provincia di Pescara. Si trattava di una maestra di scuola elementare che accumulava nella prima fase 164 mila euro, pur con ben tre errori nell’abbinamento delle otto identità agli altrettanti ignoti.

Per questa cifra Valeria si giocava tutto nella fase finale del gioco, quello del parente misterioso. La concorrente decideva di conoscere il grado di parentela, rinunciando al raddoppio. Il parente misterioso si chiamava Martina, ha 27 anni, la figlia di uno degli ignoti. Valeria decideva di dimezzare, riducendo sia il raggio di scelta da otto a quattro ignoti che il montepremi, ora a 82 mila euro.

aggiornamento ore 4,31

Come andava a finire, dunque? Il brividi e il pathos hanno regnato per minuti, in puntata. Del resto, gli ignoti rimasti erano tutti uomini e, quindi, Valeria sapeva di avere una certa difficoltà nel cercare il padre di Martina. La concorrente, subito dopo, utilizzava per aiutarsi il Binocolone e, per un montepremi ridotto a 65.600 euro, confrontava due particolari di altrettanti ignoti al parente misterioso.

Per Valeria, Martina era la figlia dell’ignoto numero otto. In realtà, è l’ignoto numero uno il padre di Martina e, per questo, Valeria non vinceva nulla.

aggiornamento ore 9.15