Home POLITICA Sondaggi politici Swg/La 7: ecco chi sarebbe in vantaggio, chi in calo...

Sondaggi politici Swg/La 7: ecco chi sarebbe in vantaggio, chi in calo e il partito in testa nei consensi

Ultimo aggiornamento 15:08

Nel novero dei frequenti sondaggi politici, nella giornata di ieri il sondaggio politico di Swg realizzato per conto del Tg La7 di Enrico Mentana, ha sancito alcune interessanti indicazioni: in vantaggio, e in cima ai consensi, ci sarebbe la Lega, che stando alle proiezioni analitiche otterrebbe, insieme al partito di Giorgia Meloni una maggioranza atta a governare.

Al contrario, sempre secondo questo sondaggio, starebbero andando male e calando i consensi per M5S e PD.

Sondaggio politico del 21 ottobre di Swg: calo PD e 5 Stelle, ascesa Lega e Fratelli d’Italia. Ecco le percentuali.

Emerge da questo particolare sondaggio come i partiti di governo siano in calo: 5 Stelle e PD in caduta, si asseta su posizioni equilibrate Renzi. Di contro, c’è l’impennata di Salvini e la forte crescita di tutto il centrodestra: con la Lega e Fratelli d’Italia che anche senza Forza Italia, stando ai numeri, potrebbero vincere le elezioni e, ad oggi, secondo questo sondaggio, poter da soli reggere una maggioranza di governo.

Dunque, nell’attesa di vederlo questa sera a Porta a Porta, Matteo Salvini si sarebbe riportato in cima ai consensi. Nel sondaggio politico di Swg del 21 ottobre realizzato per conto del Tg La7 di Enrico Mentana, la Lega infatti viene attestata al 34% la stessa percentuale ottenuta alle elezioni europee.

La manifestazione di San Giovanni avrebbe fatto bene sia al Carroccio che hagli altri partiti di centrodestra con Fratelli d’Italia e Forza Italia dati anche loro in crescita.

Crisi, invece, per le forze di governo ad eccezione di Italia Viva, il nuovo partito di Matteo Renzi che è dato con il segno positivo al contrario di Movimento 5 Stelle e Partito Democratico.

Dal sondaggio emergerebbe questo elemento: se votasse a breve con l’attuale legge elettorale e prima della riforma del taglio dei parlamentari, Matteo Salvini e Giorgia Meloni da soli avrebbero una maggioranza anche senza il bisogno di coalizzarsi con Forza Italia.

In crescita al contrario dei propri alleati di governo, il Partito Democratico e per il Movimento 5 Stelle, invece Italia Viva esce bene dal sondaggio; benché il nuovo partito dell’ex premier sembri comunque ancora lontano da quella “doppia cifra” che per Renzi è il minimo sindacale a cui aspirare.

Studiando i dati del sondaggio, nella somma della percentuale attribuita alla Lega e quella a Fratelli d’Italia il totale sarebbe del 42,4%, una cifra che con il Rosatellum garantirebbe al tandem Salvini-Meloni di ottenere una maggioranza parlamentare anche senza l’appoggio di Berlusconi.