Home ATTUALITÀ Spagna, coronavirus, riapre il cammino di Santiago: come fare, limitazioni, regole, distanziamenti

    Spagna, coronavirus, riapre il cammino di Santiago: come fare, limitazioni, regole, distanziamenti

    Ultimo aggiornamento 15:27

    In tempo di pandemia tutto ha chiuso (o quasi) e anche le mete più suggestive al mondo hanno subito uno stop di quelli che sono numeri pazzeschi di visita, anno dopo anno.

    Come per esempio il cammino di Santiago. Eppure, adesso, arriva la buona notizia. Infatti in Spagna, riapre il cammino di Santiago.

    Ma come si procederà? Ci saranno regole, restrizioni, indicazioni specifiche da seguire?

    Spagna, coronavirus, riapre il cammino di Santiago

    Riapre dopo la chiusura imposta dal coronavirus, il Cammino di Santiago, che da oltre un millennio porta i pellegrini provenienti da tutto il mondo a pregare sulla Tomba di Giacomo, che vi riposa non troppo lontano dal mare, in un campo che la tradizione vuole da sempre coperto di conchiglie e sotto un cielo di stelle.

    Naturalmente, ci sono delle limitazioni perchè come in tutti i casi di recente apertura, anche per il cammino di Santiago ci saranno delle regole extra per evitare rischi di contagio da covid-19.

    Tutti dovranno seguire le nuove misure di igiene e sicurezza con le quali la rete pubblica di hotel e ostelli inizia dal primo luglio la riapertura, nello stesso giorno in cui riaprono anche la Cattedrale di Santiago – dove riposano le spoglie dell’apostolo san Giacomo il Maggiore – e il Centro internazionale di Accoglienza al viandante.

    Aggiornamento ore 7.00

    Non c’è soltanto, a livello planetario, un sentore di buone notizie circa le riaperture e la situazione dei contagi da coronavirus.

    Mentre infatti si sta discutendo, dalle nostre parti, delle riaperture delle frontiere, le cose non stanno andando bene in Usa e in Brasile, come nel resto dell’America Latina del resto.

    Leggi anche: Apertura Frontiere 1 Luglio, Coronavirus, Speranza: quarantena obbligatoria per arrivi extra Schengen

    Gli USA, a fronte dell’aumentare dei contagi, addiruttura avrebbero acquistato le scorte di remdesivir dei prossimi tre mesi. L’Organizzazione mondiale della Sanità sta verificando le notizie secondo cui gli Stati Uniti avrebbero fatto man bassa di remdesivir, uno dei due farmaci che hanno dimostrato efficacia contro il Covid-19.

    La Casa Bianca ne avrebbe acquistato più di 500.000 dosi, ovvero tutta la produzione di Gilead per luglio e il 90% di agosto e settembre.

    aggiornamento ore 11.10

    Non se la passa bene neppure il Brasile, di solito meta turistica di milioni di appassionati di viaggi di tutto il mondo: nel grande paese verdeoro sono stati superati i 60mila morti.

    Il Brasile è oltre la soglia di 60 mila morti da coronavirus: lo dicono i dati delle ultime ore.

    In base alle cifre, il paese sudamericano avrebbe registrato 538 nuovi decessi, facendo salire a 60.194 il totale dei morti per Covid-19. Il numero totale dei contagi è invece passato a 1.426.913, in attesa della conferma da parte del ministero della Sanità di Brasilia.

    aggiornamento ore 15,26