Home ATTUALITÀ BREAKING NEWS Spallanzani: aggravate le condizioni della coppia di cinesi contagiati

Spallanzani: aggravate le condizioni della coppia di cinesi contagiati

Ultimo aggiornamento 14:26

Nelle ultime ore la coppia cinese ha avuto un aggravamento delle condizioni cliniche a causa di un’infezione respiratoria, come segnalato nei casi fino ad ora riportati in letteratura. Pertanto è stato necessario un supporto respiratorio in terapia intensiva. I due pazienti sono monitorati in maniera continuativa e sono sottoposti a tutte le cure, anche farmacologiche, del caso, compresi farmaci antivirali sperimentali. Le attuali condizioni cliniche – fanno sapere i sanitari nel bollettino diffuso dall’istituto – sono quindi compromesse ma stazionarie, per cui i medici che li hanno in cura si riservano la prognosi“.
Un fulmine a ciel sereno l’ultimo bollettino emesso dalla direzione sanitaria dell’Istituto per le malattie infettive Spallanzani di Roma, in merito alle condizioni di salute dei due coniugi cinesi, ricoverati e risultato positivi al coronavirus.

“Altri 20 pazienti cinesi in buone condizioni”

Il direttore sanitario, Francesco Vaia, ha inoltre ricordato che “Presso l’Istituto sono ricoverati in questo momento 11 pazienti sintomatici provenienti da zone della Cina interessate dall’epidemia. Tutti sono stati sottoposti al test per la ricerca del nuovo coronavirus, tutt’ora in corso. Per quanto riguarda le 20 persone, che non presentano alcun sintomo e che hanno avuto contatto con la coppia cinese positiva all’infezione da nuovo coronavirus, continuano ad essere osservate presso l’Istituto Spallanzani. Sono tutte in buone condizioni generali e la loro salute non desta preoccupazione“.

“Ad oggi osservati e dimessi 26 pazienti”

Quindi Vaia ha tenuto a sottolineare che “A tutte le persone di nazionalità cinese attualmente ospitate presso l’Istituto sono prestate le massime attenzioni da parte della comunità dello Spallanzani. A tutti loro vengono serviti pasti tipici della cultura cinese e sono assistiti da mediatori volontari che si occupano di agevolare le comunicazioni. La loro permanenza nella struttura sanitaria segue gli accorgimenti che l’ospedale è uso assicurare a tutti i pazienti”. Ad oggi, ha infine concluso il direttore sanitario, “sono stati dimessi oggi 26 pazienti dopo il risultato positivo negativo del test per la ricerca del nuovo coronavirus“.
Max