Home SPETTACOLO Temptation Island Vip, l’esordio stasera 9 settembre: entra il figlio di Pippo...

Temptation Island Vip, l’esordio stasera 9 settembre: entra il figlio di Pippo Franco?

L’attesa è finita, stasera si accendono i riflettori su Temptation Island Vip, il programma che mette in discussione la relazione di 6 coppie divise in due villaggi in Sardegna in cui saranno contornati di tentatori e tentatrici, chiamati a mettere alla prova la fedeltà dei concorrenti.

Il seguitissimo programma ideato da Maria De Filippi, dopo l’edizione canonica andata in onda a giugno si rinnova con la versione Vip, in cui a mettersi in gioco sono personaggi dello spettacolo e del web. I concorrenti saranno 12, ossia: Nathaly Caldonazzo con Andrea Ippoliti, Pago con Serena Enardu, Ciro Petrone con Federica Caputo, Simone Bonaccorsi con Chiara Esposito, Er Faina con Sharon Macrì e Anna Pettinelli con Stefano Macchi.

In attesa di scoprire l’attesissima puntata di stasera, sono già trapelati alcuni rumors che vorrebbero una coppia eliminata, come ha anche velatamente anticipato Alessia Marcuzzi, conduttrice del programma: “C’è stato subito un falò davvero ‘rovente’ e un colpo di scena incredibile che non si può assolutamente rivelare. A un certo punto mi vedrete anche in pigiama nel villaggio, durante una situazione assurda, a causa di un ingresso urgente”.

Aggiornamento 12:00

Gabriele Pippo entra con la fidanzata?

Un’anticipazione del programma Uomini e Donne avrebbe inoltre svelato la coppa entrata al posto di quella esplosa nel litigio. Secondo i rumors, infatti, dovrebbe essere il figlio di Pippo Franco, Gabriele Pippo,  ad entrare nel programma in compagnia della fidanzata Silvia Tirado, 26enne modella italiano con origini domenicane.

Gabriele Pippo, figlio del celebre comico del Bagaglino Pippo Franco, è invece un dj e producer musicale che finora ha fatto la sua apparizione in tv solo una volta in compagnia della famiglia. Questa potrebbe essere quindi la sua occasione per farsi conoscere al grande pubblico, in attesa che venga però confermata l’indiscrezione.