Home ATTUALITÀ ULTIME NOTIZIE Vaccini Lazio, D’Amato: in regione “uno su tre ha ricevuto prima dose”

    Vaccini Lazio, D’Amato: in regione “uno su tre ha ricevuto prima dose”

    L'assessore alla Sanità: "Vaccineremo i trentenni entro luglio e l'80% della popolazione target sarà completata entro agosto"

    OSPEDALE SPALLANZANI, AVVIO DELLA CAMPAGNA DI VACCINAZIONE CONTRO IL COVID-19 PER GLI OVER 80 PERSONA ANZIANA PERSONE ANZIANE VACCINAZIONI ANTI CORONAVIRUS CENTRO VACCINALE FILA CODA ATTESA

    Prosegue senza sosta nel Lazio la campagna vaccinale. Finora “una persona su tre” ha ricevuto almeno la prima dose, mentre “il 15% della popolazione regionale ha completato il percorso vaccinale”, rivendica l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato. Obiettivo dichiarato vaccinare l’80% degli abitanti laziali entro agosto. Con i trentenni, dosi permettendo, si partirà con le somministrazione entro luglio. “Sui giovani faremo una campagna proattiva e apriremo i centri vaccinali nei posti di lavoro, nelle farmacie nei luoghi sportivi – ha sottolineato D’Amato –  Siamo pronti a vaccinare anche in occasione delle partite degli Europei di calcio allo stadio Olimpico. Quando si scende con l’età diminuisce l’adesione e dunque va favorita la partecipazione”.

    Crollo dei ricoveri over 80

    La campagna vaccinale inizia a dare i primi importanti effetti. Come ricordato nei giorni scorsi dal presidente di regione Nicola Zingaretti, i vaccini hanno ridotto nel Lazio del 91% l’incidenza di ricovero negli over 80. “Un risultato straordinario”, aveva commentato Marina Davoli, direttrice del dipartimento di Epidemiologia.

    Bollettino Covid

    Nel frattempo in regione aumentano lievemente i casi, sono stabili decessi (+39) e terapie intensive (265), mentre diminuiscono i ricoveri ordinari.