Home CRONACA Vetralla, padre uccide il figlio di 10 anni a coltellate

Vetralla, padre uccide il figlio di 10 anni a coltellate

EMERGENZA CORONAVIRUS CORONA VIRUS COVID19 COVID 19 NUOVO FOCOLAIO ISOLATA LA CASA DI CURA CLINICA LATINA POLIZIA POLIZIOTTO POLIZIOTTI AMBULANZA

Ha bussato alla porta di una casa di Cura di Vetralla, in provincia di Viterbo. Ad aprirgli il figlio di 10 anni, a cui il gip aveva vietato di avvicinarsi. Lo ha ucciso con una coltellata alla gola. Mirko Tonkov, polacco di 44 anni, è attualmente piantonato all’ospedale di Viterbo, dove è in prognosi riservata per aver ingerito medicinali dopo l’omicidio.

A scoprire l’orrendo spettacolo è stata la madre del piccolo Mattias. Si era raccomandata di non aprire a nessuno, nemmeno al padre. Perché l’uomo era violento con lei e con suo figlio, tanto che la donna lo aveva denunciato e il giudice per le indagini preliminari aveva vietato al 44enne di avvicinarsi alla famiglia.

E’ stato tutto inutile: Mattias quella porta l’ha aperta ed è stato trovato agonizzante dalla madre. Sul caso indagano i carabinieri per chiarire la dinamica dell’accaduto. Il sindaco di Vetralla, Sandrino Aquilani, ha così commentato l’orrendo omicidio: “Da quando faccio il sindaco non ho mai vissuto una cosa del genere e non avrei mai voluta viverla”.

Notizia in aggiornamento.