Zingaretti contro Salvini: difende Lega, non l’Italia

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Polemica a distanza tra il presidente della Regione Lazio Zingaretti e il vicepremier e ministro dell’interno Matteo Salvini.
    Zingaretti non le manda a dire al leader della Lega nonché Ministro dell’Interno, asserendo a suo modo di vedere le cose che “Salvini dal palco ha difeso gli interessi della Lega e non dell’Italia”.
    Per Zingaretti è “strano che Salvini dal palco non abbia parlato di cantieri fermi, di mutui e disoccupazione in crescita, delle imprese che protestano, di donne che dovranno lavorare fino a 9 mesi di gravidanza, della benzina in aumento. Ha difeso gli interessi della Lega non quelli dell’Italia.”
     
    Lo scrive su Twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che poi, si sofferma anche su altri temi di priorità e urgenza politica a livello sia regionale che nazionale.
    Per Zingaretti, infatti, non devono essere ’mai più usate le donne per fare eleggere i maschi’. Una presa di posizione netta, chiara e doverosa da parte di Zingaretti, eppure un tema, questo, che fin troppo spesso viene sottovalutato o sotto taciuto nelle camere delle politica a livello nazionale.
    Come è ben noto, Zingaretti sta portando avanti la difficile battaglia della propria figura da leader all’interno di quella che potrebbe essere vista come una sorta di ner age del Partito Democratico dopo l’Era Renzi, con il quale Zingaretti proprio non fraternizza. Ed per questo che il tema delle donne diventa di assoluta attualità anche, se non soprattutto, per ragioni di politica strutturale e programmatica di quella che potrebbe essere la sua visione del partito.
    Per Zingaretti il nuovo Pd “avrà davvero parità di genere in ogni livello: segreteria, direzione, assemblee elettive. Mai più donne usate per far eleggere maschi. Nelle mie giunte le donne hanno sempre avuto deleghe strategiche. Sarà così anche nel nuovo Pd che dovremo costruire. Cambiando tutto.”, ha scritto ancora su Twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti,