Home POLITICA POLITICA ITALIANA Zingaretti rilancia lo ‘Ius soli’, gelando il M5S e Salvini

Zingaretti rilancia lo ‘Ius soli’, gelando il M5S e Salvini

Ultimo aggiornamento 16:28

Una dichiarazione che ha destato stupore, non tanto per il contenuto quanto per la ‘tempistica’ nel rimetterlo in pista, in un momento di grande caos che, dall’Ilva a Venezia, sta angustiando il Paese.
Insomma, quel “Chiederemo con i gruppi parlamentari che si mettano in agenda lo ius culturae e lo ius soli come scelta di campo del Pd”, pronunciato da Nicola Zingaretti – in qusto momento –  non può certo essere definita un’uscita felice.

M5s: “Con famiglie, lavoro ed imprese in difficoltà?”

E infatti da parte del M5s la replica non è tardata ad arrivare: “C’è mezzo paese sott’acqua e uno pensa allo ius soli? Siamo sconcertati. Preoccupiamoci delle famiglie in difficoltà, del lavoro, delle imprese. Pensiamo al paese, già abbiamo avuto uno che per un anno e mezzo ha fatto solo campagna elettorale. Noi vogliamo pensare a lavorare“.
E se Andrea Orlando, vicesegretario Pd, prova metterci ‘malamente’ una pezza (“A molti esponenti dei 5Stelle sembrerà impossibile. Ma noi riusciamo a pensare anche due cose nello stessa giornata”), ci pensa Di Maio ad evitare il peggio cercando di riprendere al volo il controllo: “Si parla di Ius soli mentre c’è il maltempo che flagella l’Italia e il futuro di undicimila lavoratori a Taranto, sono sconcertato. Non siamo a governo per lanciare slogan o fare campagna elettorale“.

Salvini: “Noi siamo pronti a dare battaglia”

Inevitabile poi anche la replica dell’attento Matteo Salvini il quale, solo a sentir annunciare Zingaretti di avere in agenda la questione ‘ius soli’, sbotta subito su Twitter: “Siamo pronti a dare battaglia, dentro e fuori il Parlamento, per fermare lo Ius Soli ed evitare che si cambino i Decreti Sicurezza”.
Max