Zingaretti: sulla Manovra dopo tre mesi un pasticcio

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Zingaretti dichiara che sulla Manovra dopo tre mesi ancora non ci sono risposta ma ’un pasticcio incredibile’. In questi termini si è espresso il candidato leader del Pd sulla Manovra.
    Un percorso a ostacoli, quello della Manovra, che non ha certo tenuto fuori dalla ridda delle dichiarazioni il presidente della Regione Lazio.

    “27 settembre: annuncio della manovra economica dal balcone. 17 dicembre: la manovra ancora non esiste. Un pasticcio incredibile che pagano i cittadini. L’Italia non si merita questo disastro. Mettiamoci al lavoro con umiltà per indicare un’altra strada e costruire una nuova proposta per l’Italia”. Così, in una nota, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.
    Nelle stesse ore, lo stesso Zingaretti si era invece soffermato su alcuni degli aspetti positivi che un nuovo percorso di idee innovative in termini di iniziative economiche possano produrre nel medio e lungo termine. Come nel caso delle energie auto prodotte.
    “Un risparmio, solo per le famiglie, di almeno 500 euro l’anno: tanto varrebbe un intervento di livello nazionale sulla produzione da fonti rinnovabili e autoproduzione di energia per cittadini, imprese e distretti, puntando a coprire almeno il 35% del consumo totale di energia entro il 2030. È qui che si gioca il futuro del Paese: sulla via dell’innovazione e della sostenibilità. Uno Stato moderno e innovatore deve promuovere una grande alleanza con cittadini, imprese e università sul tema dell’economia sostenibile e circolare. Per funzionare, quest’alleanza deve essere conveniente per tutti gli attori coinvolti. Proponiamo una riforma delle tariffe elettriche per favorire (anziché penalizzare, come avviene oggi) l’utilizzo da parte delle famiglie e delle imprese di energia autoprodotta con le rinnovabili. Nella mia proposta per il nuovo Pd il tema della sostenibilità è assolutamente centrale, perché indifferibile e perché rappresenta la più grande opportunità per crescere, valorizzando l’enorme potenziale che l’Italia esprime nel campo della ricerca e dell’impresa ad alto tasso d’innovazione. Dobbiamo investire molto di più, inoltre, sulla riqualificazione energetica e antisismica degli edifici, incentivando anche progetti di bioedilizia. Efficientare gli edifici porterebbe ulteriori risparmi e aumenterebbe il valore di mercato degli immobili, generando uno shock positivo per le imprese dell’edilizia e per l’occupazione. Nel Lazio noi lo stiamo già facendo. Se investiamo sulla sostenibilità, ne guadagniamo tutti. Per questo ho inserito queste misure nel mio programma per le primarie, per un nuovo Paese e per un nuovo Pd”. Così si è espresso il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, su Facebook.