ALLERTATI DAI GENITORI, ATTRAVERSO IL MONITORAGGIO DELLE TELECAMERE GLI AGENTI ARRESTANO UN PEDOFILO 57ENNE DI TIVOLI CHE MOLESTAVA I BIMBI NELLA MATERNA DOVE LAVORAVA

    2013-03-pedofilia.jpg (665×221)

    Come se già non bastassero le streghe camuffate da maestre, le scuole materne debbono guardarsi anche da una ‘minaccia, se possibile, ancora peggiore: quella rappresentata dagli orchi camuffati da bidelli. E nella Capitale è accaduto che alcuni genitori, notato un atteggiamento insolito da parte dei figlioletti che raccontavano di aver subito dal collaboratore scolastico palpeggiamenti e ‘pressanti attenzioni’, hanno deciso di rivolgersi alla quarta sezione della Squadra Mobile, specializzata in reati sessuali contro le donne, i minori e le fasce vulnerabili, per raccontare quanto appreso dalle loro figlie di quattro anni. Segnalazioni sensate che, dopo aver iscritto d’ufficio il sospetto a un procedimento penale presso la Procura, ha fatto scattare il monitoraggio della scuola del Nuovo Salario con appositi servizi, ottimizzati dall’installazione di un sistema di intercettazione audio-video nel locale in cui sarebbero avvenuti gli abusi. Un sistema che ha permesso agli investigatori di assistere al ripugnante comportamento dell’uomo, filmato mentre molestava sessualmente una delle bimbe. Immediatamente gli agenti Squadra Mobile sono entrati in azione arrestando il pedofilo in flagranza di reato perviolenza sessuale aggravata. Il discorso – E LA SPERANZA – è sempre lo stesso: ci si aspetta una pena esemplare nei confronti di questo immondo infame…