Home ATTUALITÀ PRIMO PIANO Covid, stop dell’Ue al rinnovo del contratto con AstraZeneca

    Covid, stop dell’Ue al rinnovo del contratto con AstraZeneca

    L'Europa non rinnova il contratto con AstraZeneca, ma punta tutto su un rapporto ancora più consolidato con Pfizer/BioNTech.

    astrazeneca

    Ancora nessuna conferma da parte della Commissione europea per il rinnovo del contratto di fornitura delle dosi del vaccino AstraZeneca in scadenza a giugno. L’Europa punta sul rapporto ancora più consolidato con Pfizer/BioNTech, “un partner affidabile […] che tiene conto delle nostre esigenze”, definito così dalla Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

    Questo stop ai nuovi contratti non avrà conseguenze per coloro i quali hanno già ottenuto la prima dose del vaccino AstraZeneca. Si attendono comunque 40 milioni di dosi per l’Italia, ma il problema è un altro: convincere le persone che AstraZeneca sia un vaccino affidabile. Si fa ancora più difficile l’obiettivo di vaccinare il 70% degli europei entro metà luglio, ma resta comunque un traguardo realistico. Nella Regione Lazio gli slot per Pfizer sono esauriti per il periodo di maggio. La strategia è quella della vaccinazione senza sosta: Si sta infatti pensando anche alla fascia serale, dalle 18 alle 24 o alle 22 per accelerare le somministrazioni.